La scelta di interpretare questo film però non è stata tutta in salita, il corpo di Polizia al quale Clemente Russo appartiene, ha aperto contro di lui un procedimento disciplinare che si è concluso qualche giorno fa, con una sospensione di sei mesi.

In un’intervista Russo ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito: “Ho dato la sceneggiatura da leggere alla polizia, per chiedere l’autorizzazione a girare, loro però chiedevano in cambio l’abolizione di un paio di sequenze. Alla fine il film l’ho fatto comunque e loro mi hanno condannato:prima alla sospensione definitiva, poi l’hanno commutata in sei mesi di stop, per meriti sportivi. Un periodo in cui  per fortuna, posso continuare ad allenarmi. Faccio parte delle loro Fiamme Oro”.

Secondo alcune indiscrezioni, le scene accolte con dissenso dalla polizia riguardano la parte iniziale del film, dove un ragazzino torturato dagli agenti col waterboarding, l’acqua fatta ingerire a forza nella gola, muore e viene scaricato sulla spiaggia simulando un annegamento.

Il regista Gagliardi, ha commentato la vicenda spiegando che “L’episodio che abbiamo inventato è ispirato alla realtà, alla morte di Salvatore Marino a Palermo, non l’abbiamo tolto perché era essenziale all’evoluzione della storia. E perché non volevamo autocensurarci”.

Il film, distribuito da Bolero in 189 copie, di cui 38 in Campania, racconta la storia ambientata a Marcianise. Michele detto Tatanka è un ragazzino che vive in un mondo dominato dalla camorra. Insieme al suo migliore amico Rosario, interpretato da Carmine Recano, partecipa a un furto che finisce male, e si fa otto anni di galera.

Uscito dal carcere, torna dal suo vecchio allenatore di boxe, l’attore Giorgio Colangeli, titolare di una palestra, ma la camorra è in agguato, e Michele capisce che l’unico modo per sfuggirle è riuscire a riscattarsi grazie al mondo della boxe.

Il regista ha anche svelato la reazione di Saviano alla visione del film: “Lo ha visto e gli è piaciuto molto. Ha spiegato che non ha tradito il suo racconto. Questo ci ha fatto piacere: non perché è diventato un personaggio di culto, ma perché uomini come lui finalmente hanno la giusta collocazione, nel mondo del cinema e della tv”.

Ecco il trailer del film:

httpv://www.youtube.com/watch?v=JpZS14BK_g8

Nicoletta Diella

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here