Rebibbia, interrogata Alice Sevesta:
immagini di repertorio

E’ comparsa ieri davanti al giudice per le indagini preliminari Alice Sevesta. La 33enne è accusata di aver ucciso scaraventandoli giù dalle scale del carcere di Rebibbia, lo scorso martedì, i figlioletti di 6 e 19 mesi.

In cella da fine agosto perché sorpresa con un carico di 10kg di marijuana e già segnalata per problemi psichici, la donna era rimasta nella stessa sezione con la possibilità di vedere i figli. La più piccola è morta sul colpo. Il bimbo più grande è stato dichiarato morto dopo un’agonia durata due giorni.

Il giudice ha convalidato il fermo della detenuta accusata di duplice omicidio. Al gip la donna ha risposto: “Sono una buona madre, sono consapevole di quanto ho fatto. Volevo solo liberare i miei figli dalla mafia”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here