JVarese, stupro di branco ai danni di due 17enni. Fermati tre dei quattro uomini
Volante Polizia

Si sono fatte forza l’una con l’altra e dopo quasi un mese dalle violenze subita dal branco hanno trovato il coraggio di denunciare l’accaduto. E’ stato così che dal racconto di due ragazze di Varese di 17 anni è scattato il fermo per  tre uomini che lavoravano come stagionali sul Lago di Como.

Avrebbero abusato delle giovani mentre erano in vacanza. Ora i presunti autori, un barista della Valtellina di 22 anni e due immigrati residenti regolarmente in Italia, sono in carcere accusati di violenza sessuale di gruppo. Un quarto uomo, anche lui straniero, è invece ancora ricercato dalle forze dell’ordine. A motivare il provvedimento di fermo sarebbe stato il pericolo di fuga, suggerito dal passaporto che l’italiano si era procurato negli ultimi giorni. Forse voleva scappare all’estero o allontanarsi dal quel luogo che lo aveva visto protagonista di quella violenza di gruppo.

Quel che è certo è che le indagini proseguono con il massimo riserbo, di fronte all’ennesimo agguato in una località di vacanza dopo i numerosi casi di violenza efferata consumatisi in questa calda estate italiana. Senza dimenticare Rimini, dove ad un anno dallo stupro di gruppo che sconvolse la città, due allievi di polizia sono indagati per presunta violenza ad una turista tedesca. Ed ancora l’aggressione di un 37enne originario del Bangladesh ai danni di una danese. L’uomo, un venditore di fiori, con precedenti denunce a carico per lo stesso reato, che avrebbe avvicinato la donna dapprima proponendole dei fiori, per poi passare ad importunarla in modo più aggressivo, riceverà in carcere la notifica della revoca del permesso di soggiorno.

In custodia si trova anche il senegalese, 25enne, che a Jesolo avrebbe violentato una ragazzina di 15 e che avrebbe escluso ogni tipo di abuso parlando al g.i.p nell’interrogatorio di rapporto consenziente.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here