Caso Sandrini, in rete il videoappello da Alessandro Senza soluzione mi uccideranno

“Chiedo all’Italia di chiudere al più presto questa situazione perchè senza una soluzione rapida mi uccideranno”. Sono le parole di Alessandro Sandrini in un video che in queste ore sta girando sul web. Tuta color arancio, inginocchiato con le mani legate dietro la schiena, alle sue spalle due uomini armati. Alessandro Sandrini, scomparso due anni fa in Turchia riappare in un video in cuo lancia un appello disperato.

Sandrini secondo le informazioni sarebbe tenuto in ostaggio in Siria insieme ad un giornalista giapponese. A diffondere il video in rete il sito americano Site. Non ci sono indicazioni invece a sul gruppo che li tiene prigionieri. Anche se a prima vista l’immagine rimanda ai sequestri del sedicente stato islamico, a ben vedere ci sono particolari discordanti; a partire dall’atteggiamento degli uomini armati fino ad arrivare alla tuta arancione diversa da quelle usate dall’Isis. Insomma potrebbe trattarsi di altro, di criminalità comune, della richiesta di un riscatto; questo però non è mai stato chiarito. La Farnesina fa sapere di seguire il caso nel massimo riserbo.

Alessandro Sandrino ha 32 anni, è di Folzano in provincia di Brescia, e’ scomparso durante un viaggio in Turchia nell’ottobre del 2016. A distanza di un anno la madre ebbe un primo contatto telefonico con Alessandro al quale poi seguirono altri. Tutte brevi conversazioni e tutte per chiedere aiuto. Ancora una volta Alessandro torna a fare un appello disperato nel video: “Fate presto -ripete- la situazione ormai è disperata”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here