Napoli, all'Ospedale del Mare tentata aggressione al Ministro Giulia Grillo
immagini di repertorio

“La situazione è gravissima -tuona il Ministro Grillo durante un’intervista- Chiudere un reparto per partecipare ad una festa è grave. Non accetterà scaricabarili “. Tre inchieste per chiarire quanto accaduto all’Ospedale del Mare di Napoli. La chiusura del reparto per una notte, il trasferimento dei pazienti in chirurgia per favorire le equipe di medici ed infermieri e farli andare alla festa per la nomina del primario di chirurgia vascolare.

La prima inchiesta è quella dell’Azienda Sanitaria Locale, poi c’è quella della Regione Campania che vede protagonista la denuncia del consigliere regionale Francesco Borrelli, ed infine quella giudiziaria affidata ai carabinieri del Nas.

I militari su richiesta del Ministro per la Salute, Giulia Grillo, recatasi sul luogo per verificare lo stato della sanità napoletana, hanno acquisito documenti ed ascoltato dipendenti e pazienti. Non sono mancati momenti di paura quando un uomo prontamente fermato dagli uomini della scorta ha tentato di aggredire il Ministro.

Rimane sospeso il Primario Francesco Pignatelli. Non è bastata la sua giustificazione con la quale ha sostenuto che il party serviva anche per raccogliere fondi per apparecchiature elettromedicali. Presto probabilmente scatteranno anche provvedimenti disciplinari a suo carico.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here