Milano, 20enne prende un taxi abusivo e viene violentata
immagini di repertorio

Non avrebbe accettato il pagamento della corsa il tassista abusivo che ha accompagnato una studentessa 20enne a casa dopo una serata con gli amici. La giovane era ancora stordita dal tanto alcol bevuto, quando dopo una notte con gli amici passata in una discoteca a Milano ha incontrato quel taxi nei pressi di un chiosco di alimentari. E’ salita a bordo dell’auto di quell’uomo, 61enne, di origini egiziane, vedovo con figli, autista senza licenza. La giovane non era in grado di capire cosa le stesse accadendo quando lui si è fermato in un luogo appartato per violentarla, ha raccontato ai Carabinieri della Compagnia Milano Duomo.

L’uomo si è dichiarato da subito non colpevole, ma gli elementi raccolti dalle indagini lo hanno inchiodato confermando la versione rilasciata della 20enne. Solo il giorno dopo l’accaduto la ragazza ha ricostruito quanto successo. Pochi elementi che però si sono rivelati fondamentali ai carabinieri per risalire all’identità dell’aggressore. Ad avallare la tesi, il fatto che la giovane avesse già in precedenza incontrato il tassista all’esterno di altri locali notturni, dove lui sostava in tarda notte in cerca di clienti. L’uomo è stato tratto in arresto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here