Il maltempo flagella il nord Italia e fa rotta verso il centro-sud

Dopo aver cagionato ingenti danni in tutto il nord del nostro paese, in queste ore  il maltempo tende a cambiar rotta. Starebbe infatti dirigendosi verso il centro-sud. Nelle scorse ore ha messo in ginocchio le regioni settentrionali ed è allerta gialla sin dalle prime ore di questa mattina in Emilia Romagna, sul versante adriatico delle Marche e in Campania. Si temono allagamenti causati dalle piogge torrenziali e danni alle strutture per le possibili raffiche di vento. Ma il maltempo non risparmierà neppure Calabria e Sicilia

A fare le spese delle violente burrasche abbattutesi nel nord Italia, in molte zone del Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e Veneto, sono state ancora una volta le coltivazioni di uva, insalate, pomodori, zucchine e mais. La Coldiretti ha stimato sull’intero anno una perdita  nelle campagne di circa 0,5mld.

Grandine, bombe d’acqua e trombe d’aria hanno gravemente compromesso anche vigneti emiliani e dell’Astigiano. Ma a non passarsela bene oltre alle campagne anche le città. A Varese l’acqua ha creato voragini nell’asfalto, mentre a Padova e nelle zone limitrofe è stato decretato lo stato di crisi. Alberi, cornicioni riversi per terra e più di 200 vigili del fuoco impegnati sul campo.

Disagi per temporali ed incendi provocati da fulmini anche in Toscana, dove su tutto il litorale quasi a destare dai sogni di una bella estate appena iniziata la fa da padrona la bandiera rossa che indica il divieto di balneazione. E che dire sulla Marmolada che si risveglia con le cime imbiancate come in una fredda giornata d’inverno?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here