Anziani maltrattati, blitz dei Nas nella casa di San Lazzaro di Savena

Anziani maltrattati, insultati e sedati con notevoli quantità di barbiturici. Il blitz dei Nas e Carabinieri di Bologna Centro nella casa- famiglia di San Lazzaro di Savena, sulle colline bolognesi, ha permesso di accertare attraverso “una complessa ed articolata attività info-investigativa”  i maltrattamenti subiti dagli anziani ospiti della struttura.

Coordinate dal pm Augusto Borghini, le forze dell’ordine hanno sequestrato la struttura facendo scattare le manette per il titolare, Vanes Dani, 66enne, per la giovane direttrice D.C. e l’operatrice socia sanitaria D.S.G. sono stati disposti gli arresti domiciliari, interdizione dalla professione per un medico di base a Bologna e San Lazzaro, mentre la compagna del titolare e tre dipendenti sono stati denunciati in stato di libertà.

Devono rispondere dei reati di maltrattamenti aggravati da futili motivi in danno di persone di minore difesa e per aver agito con abuso del rapporto fiduciario, esercizio abusivo di professione sanitaria e lesioni pluriaggravate.

Il procuratore capo di Bologna, Giuseppe Amato, ha fatto sapere che per alcuni degli indagati, al momento sotto inchiesta a vario titolo per “maltrattamenti aggravati da futili motivi in danno di persone di minore difesa e per aver agito con abuso del rapporto fiduciario, lesioni gravi pluriaggravate ed esercizio abusivo della professione medica”, potrebbe essere ipotizzato il reato di tortura. 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here