Pamela Mastropietro
Pamela Mastropietro

La vicenda della morte di Pamela Mastropietro sembra essere tutt’altro che chiusa. Si, perchè nelle indagini della vicenda di cronaca che tiene banco in questi giorni, dopo l’arresto dei tre nigeriani accusati di averla uccisa, fatta a pezzi e di averne nascosto il corpo in un trolley poi abbandonato, spunta un quarto sospettato.

Si tratterebbe di un loro amico connazionale, già fermato e interrogato venerdì sera. Alcune testimonianze gli inquilini del palazzo in cui è stata massacrata la ragazza, hanno spinto gli inquirenti a fare nuovi sopralluoghi e nuovi accertamenti ed oggi verranno prese le sue impronte.

Potrebbe essere lui ad aver fatto da autista agli altri tre che nel frattempo continuano a proclamarsi innocenti. Nella giornata di oggi due di loro saranno interrogati nel carcere di Ancona per la convalida del fermo. La Procura intanto ha incaricato un perito che procederà nuovamente con l’analisi dei cellulari della vittima e dei quattro indagati.

E le prime ripercussioni del caso arrivano anche sui vertici della questura di Macerata, alla luce degli incidenti accaduti nel corso della manifestazione di Forza Nuova di giovedì sera. Cambio al vertice dunque per Macerata. Al posto di Vincenzo Vuono arriva Antonio Pignataro, fino ad oggi Direttore della seconda sezione antidroga.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here