Benevento: in carcere per pedofilia esce con permesso premio e muore
immagini di repertorio

Ancorato con due lucchetti ed una catena, da un lato al letto sul quale passava le sue giornate e dall’altro all’armadio. Queste erano le condizioni in cui veniva tenuto il figlio 36enne affetto da psicosi di una coppia di 60enni di Saviano in provincia di Napoli.

Per evitare che uscisse i suoi genitori lo avevano legato nella sua camera con una catena intorno alla caviglia, intrappolato e tenuto in condizioni pessime di assoluto degrado. Sono stati tratti in arresto con le accuse di sequestro di persona aggravato in maltrattamenti in famiglia i genitori e la sorella 35enne della vittima. Gli artefici tutti incensurati e disoccupati, avevano rinunciato da tempo alle cure amorevoli per il proprio familiare.

Nel corso di un controllo nella casa di Saviano, teatro della vicenda, i militari della compagnia di Nola, hanno trovato l’uomo rannicchiato su sè stesso in lacrime. L’uomo è  stato subito trasportato con le massime cure in ospedale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here