Andrea La Rosa è morto soffocato dall'acido versatogli addosso
Andrea La Rosa - Brugherio Calcio, cadavere nel bagagliaio

Fermati nella notte una donna, Antonietta Biancaniello e il figlio ritenuti responsabili dell’omicidio di Andrea La Rosa, 35enne, ex calciatore di serie c, di cui non si avevano più notizie da un mese. La svolta nella scomparsa nel Brugherio Calcio è arrivata ieri, quando nel bagagliaio di un’auto, fermata dai carabinieri, lungo la superstrada Milano-Meda, è stato trovato il suo cadavere.

Secondo il medico legale sarebbe stato ucciso subito dopo la sua scomparsa, anche se le cause della morte non sono ancora note. La donna alla guida dell’auto, secondo gli inquirenti, stava andando a sbarazzarsi del cadavere, quando è stata fermata. La Rosa è stato visto l’ultima volta il 14 Novembre nella sede del Club. Quel giorno presentava la squadra il nuovo allenatore, che aveva parlato con lui e aveva raccontato non averlo visto particolarmente agitato. Poco prima di scomparire aveva detto ai giocatori che aveva un appuntamento con una persona nella zona di Viale Certosa a Milano.

Da subito, però, la famiglia,aveva temuto il peggio, rivolgendosi immediatamente ai carabinieri e presentando denuncia di scomparsa. Dopo la prima ipotesi di allontanamento volontario, gli inquirenti avevano preso in considerazione la pista dell’omicidio, forse legato a motivi economici.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here