“Roma offesa dalla violenza come non avveniva da molti anni a questa parte”, queste le parole del sindaco Alemanno in seguito ai violenti scontri. Si parla di un centinaio di feriti fra le forze dell’ordine e manifestanti. Secondo la Questura, i feriti solo fra gli agenti sarebbero 47. Quarantuno le persone fermate.

La protesta, cominciata con un tono del tutto pacifico, ha visto sfilare fin dalle prime luci del mattino un grande corteo di studenti per protestare contro il ddl Gelmini, nel quale successivamente sono confluiti dei comitati per l’Aquila, i centri sociali, la Fiom e il Popolo Viola. Gli universitari sfilano capeggiati dai «Book block» mostrano uno striscione «Voi alla deriva, noi solchiamo il mare».

Ma a un certo punto la situazione degenera, proprio quando entrano in azione i Black block. Gli scontri con gli agenti trasformano il centro di Roma, via del Corso e Piazza del Popolo, in un vero e proprio campo di battaglia. Dalle strade adiacenti a Palazzo Grazioli parte il coro “dimissioni, dimissioni” e subito dopo i black block cominciano a provocare gli agenti.

Cominciano a scoppiare petardi e bombe carta, ed è un fuggi fuggi generale. Successivamente, vicino a Corso Rinascimento, si schierano degli studenti muniti di casco e scudi di gomma raffiguranti il titolo di un classico della cultura. Il culmine arriva dopo le 15, ovvero dopo l’applauso che fuori da Palazzo Chigi saluta la fiducia raggiunta dal Governo: gli estremisti attaccano i blindati usando pietre, bastoni e bombe carta.

Durante la guerriglia spunta anche una pistola: un uomo della Guardia di Finanza, aggredito da alcuni manifestanti, mentre cade a terra impugna l’arma d’ordinanza, che tiene in mano anche dopo essersi rialzato. Secondo la ricostruzione della Finanza, l’agente pensava di usare la pistola, anzi così facendo la stava difendendo.

Barbara Fanelli

Ecco un video degli scontri a Roma:

httpv://www.youtube.com/watch?v=MpV8B64BcXI&feature=player_embedded

1 commento

  1. non c’è giustizia anche se un poliziotto fa il suo lavoro è inutile alla fine tutte quelle persone che sono state denunciate fra qualche giorno sara’ passato tutto…quindi alla fine viva la violenza..applicate le leggi
    è uno schifo totale ,per me il carcere a quei malviventi che hanno assalito i polizziotti e finanzieri,è troppo poco..alla fine oggi nelle carceri si sta benissimo…..piu’ andremo avanti e piu’ sara vergognoso,
    se questo pese nn applica le leggi l’italia sara un degrado totale in tutti i campi…..

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here