Genova, Val Polcevera scende in strada. La protesta dei commercianti e sfollati

A quasi due mesi dal crollo del ponte Morandi di Genova commercianti e sfollati della Val Polcevera sono scesi in strada per denunciare l’isolamento della zona e chiedere alle istituzioni misure urgenti per uscire dalla situazione di disagio in cui vertono.

Gridano a gran voce impegni seri e concreti e cambiamenti sostanziali al decreto. A loro il ministro Toninelli ha risposto: “Il decreto sarà migliorato ma invito a non contestarlo, perché scritto non solo col cuore a Genova e ai genovesi, ma anche con una tecnica giuridica così elevata che permetterà al Commissario Bucci di lavorare bene e senza preoccuparsi dei ricorsi”. Duro l’attacco del governatore Giovanni Toti che dice: “Speriamo che il decreto sia scritto anche col cervello”.

Intanto dall’antitrust è arrivato l’ok all’esclusione della società Autostrade nella ricostruzione del ponte, ma avverte «non è giustificata l’esclusione di tutti gli altri concessionari».

2 Commenti

  1. In tema di “io spero”: spero che dietro queste manifestazioni non ci sia la mano del Pd o di militanti camuffati da semplici cittadini genovesi.. Di sicuro davanti al corteo ci sono state tutte le telecamere del Pd, da Rai3 a Carta Bianca. Non gli par vero al Pd che qualcuno contesti il Governo attuale e non quello passato.

  2. Ci si doveva aspettare una manifestazione contro Autostrade-Benetton prima ancora che una contro il Governo. A quanto pare il ponte è crollato per loro responsabilità e invece a giudicare dagli striscioni e dagli slogan una certa sinistra ha monopolizzato il corteo pur evitando di comparire con le sigle.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here