Livorno, intercettati al telefono mentre brindavano all'alluvione del 2017. 2 arresti

A Livorno come a l’Aquila per il terremoto. Un imprenditore e il responsabile per la protezione civile del porto toscano al telefono si dicevano pronti a brindare per l’alluvione del settembre 2017, durante la quale morirono 8 persone.

La squadra mobile di Livorno attraverso intercettazioni telefoniche ha appurato l’illecito accordo. Sono due le persone arrestate, ora con il braccialetto elettronico, ed una che risulta indagata. Tra queste figura Riccardo Stefanini, ex coordinatore della Protezione Civile del Comune di Livorno.

I reati contestati a vario titolo sono di truffa ai danni dello Stato e turbativa d’asta. Proprio da quel disastro che mise in ginocchio la città sono nati altri filoni d’inchiesta. Stefanini preposto alle gare d’appalto, secondo l’accusa, le avrebbe pilotate a favore di un imprenditore amico e quando si presentava l’occasione faceva gonfiare i prezzi dei prodotti acquistati dall’ente pubblico. Talvolta i prezzi risultavano addirittura quasi triplicati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here