Ilva, Di Maio:
Ilva

Da una parte le proposte migliorative di Arcelor Mittal e le riaperture del tavolo nell’incontro con i vertici del colosso dell’acciaio previsto al Ministero nel pomeriggio di oggi, dall’altra l’addio della procedura che potrebbe portare all’annullamento della gara per la cessione dell’Ilva.

Ad annunciarlo è lo stesso Luigi Di Maio, spiegando che si tratta di un atto dovuto per accertare i fatti a seguito delle criticità emerse, ovvero rilevate dall’ANAC. Un procedimento disciplinato per legge che avrà la durata di 30 giorni. Servirà dunque un altro mese per decidere il destino dell’Ilva. Di Maio ribadisce che le due situazioni viaggiano in parallelo e che presto convocherà anche i sindacati per esaminare la controproposta di Arcelor Mittal, che arriva proprio nel giorno in cui il rivale per la gara nell’Ilva, il gruppo indiano Jindal Steel West firma il contratto per la ex Lucchini di Piombino.

Nella nota inviata ai commissario straordinario dell’Ilva, Arcelor Mittal, capofila del consorzio AM INVEST CO, mette nero su bianco di accettare tutte le richieste sostanziali di ulteriori impegni riguardo il contratto di affitto e acquisto firmato nel giugno 2017, confidando che con il supporto del governo sarà possibile finalizzare l’accordo con i sindacati per completare l’operazione nel più breve tempo possibile.

La proposta prevede di accelerare nel 2020 alcune scadenze del piano ambientale, ulteriori interventi sugli impianti per ridurre le emissioni inquinanti e per l’occupazione l’impegno a supportare una soluzione idonea per tutti gli attuali dipendenti dell’Ilva entro il 2024, da individuare insieme ai sindacati, che rimangono fermi sulla posizione del ‘nessun esubero’.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here