Da oggi i contribuenti avranno a disposizione su web la cosiddetta dichiarazione precompilata. Da quest’anno si potrà nello specifico anche verificare come sono state utilizzate le proprie imposte.

I modelli già completi di tutte le voci potranno essere consultati, scaricati e anche modificati e integrati con la modalità di compilazione assistita. Il servizio che è già in funzione da tre anni si è andato affinando anno dopo anno, tanto che secondo l’Agenzia delle Entrate da questo momento si inaugura una vera e propria nuova fase.

Intanto si tracciano già i primi bilanci e stando alle analisi, pare che il sistema abbia consentito già da un po’ di usufruire di bonus e agevolazioni ad una più larga platea di contribuenti.

Per le spese sanitarie ad esempio, i destinatari fruitori del bonus sono stati nell’ultimo anno ben 18mln di italiani, contro i circa 16,5mln del 2014. Il modello 730 potrà essere inviato a partire dal 2 Maggio ed entro il 23 Luglio.

Per accedere direttamente online alla propria dichiarazione dei redditi precompilata è necessario munirsi di SPEED, ovvero il sistema pubblico per l’identità digitale corredato dalle credenziali dei servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, oppure del Pin rilasciato dall’Inps o dalla stessa Agenzia delle Entrate. Lo SPEED può essere richiesto direttamente all’ufficio postale. In alternativa esiste la possibilità di rivolgersi ad un Caf o delegare ad un professionista.

Per questo l’Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione un sito internet dedicato: infoprecompilata.agenziaentrate.gov.it. sul sito sono disponibili anche ulteriori contatti telefonici a cui richiedere informazioni. Tra le novità di quest’anno la segnalazione da parte del fisco della destinazione nello specifico delle tasse. Il sistema considera l’importo versato dal contribuente e lo suddivide in percentuali a seconda dei settori di destinazione, come ad esempio pensioni, assistenza e sanità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here