Banca Carige
Banca Carige

Dopo il rischio crack, il consorzio di garanzia saltato e il titolo sospeso in borsa per due giorni, Banca Carige sembra destinata comunque a superare le difficoltà grazie al sostegno compatto del nucleo di soci stabili che si sono impegnato a farsi carico delle quote rimaste sul mercato dell’aumento di capitale da 500mln di euro, vitale per la sopravvivenza dell’istituto di credito.

Secondo alcune fonti, già questa notte Deutsche Bank, Credit Suisse e Barclays avrebbero siglato il contratto di costituzione del consorzio di garanzia. Carige provvederà in tempi brevi ad integrare il prospetto informativo già depositato in CONSOB. Proprio l’autorizzazione alla pubblicazione del prospetto da parte dell’autorità di controllo è decisivo per far partire l’aumento già nella prossima settimana.

Il prezzo è stato già fissato a livello minimo di un centesimo per azione, così da renderlo il più invitante possibile per chi vorrà scommettere sul rilancio della banca. L’amministratore delegato, Paolo Fiorentino, rassicura i dipendenti di Carige asserendo di star profondendo tutte le energie possibili, ed i segnali sono incoraggianti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here