Ritocco al rialzo sulla rete carburanti italiana. Con le quotazioni dei prodotti petroliferi in Mediterraneo positive sulla benzina e in lieve contrazione sul diesel, infatti, sabato Esso ha rotto una stasi che durava da tre giorni rialzando di 1 centesimo il prezzo raccomandato della verde.

Sul territorio, comunque, prezzi praticati senza particolari scosse. Nel dettaglio, in base all’elaborazione di Quotidiano Energia dei dati alle 8 di ieri comunicati dai gestori all’Osservaprezzi carburanti del Mise, il prezzo medio nazionale praticato in modalità self della benzina è pari a 1,520 euro/litro, con i diversi marchi che vanno da 1,514 a 1,543 euro/litro (no-logo 1,499). Il prezzo medio praticato del diesel è pari a 1,364 euro/litro, con le compagnie che passano da 1,360 a 1,381 euro/litro (no-logo a 1,339).

Quanto al servito, per la benzina il prezzo medio praticato è di 1,650 euro/litro, con gli impianti colorati che vanno da 1,611 a 1,747 euro/litro (no-logo a 1,529), mentre per il diesel la media è a 1,497 euro/litro, con i punti vendita delle compagnie da 1,465 a 1,598 euro/litro (no-logo a 1,370). Il Gpl, infine, va da 0,625 a 0,637 euro/litro (no-logo a 0,605).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here