Già nei primi scambi gli indici azionari FTSE MIB e FTSE IT All Share della Borsa di Milano cedono un punto percentuale, che diventano due a meno di un’ora dall’avvio della contra trattazioni. Piazza affari risulta la peggiore in Europa ma calano anche il CAC 40 di Parigi (-1.36%) e il DAX 30 di Francoforte (-1,33%).

Nonostante gli Stress test avessero bocciato diversi istituti spagnoli, Madrid contiene le perdite, solo uno 0.77% in meno. Le Banche iberiche Bbva e Santander risultano tra le più solide nello scenario finanziario di oggi, a detta del Finantial Times. Buoni i bilanci anche per l’italiana Intesa San Paolo, grazie anche al recente aumento di capitale. Ma a Pazza a ffari il titolo è tra i peggiori, con una perdita del 4,99%. Seguono Unicredit, Banco popolare e Banca Mps.

Nonostante l’approvazione lampo della manovra finanziaria e l’approvazione delle varie società di rating, l’Italia rimane in stato d’allerta. Lo spread (differenza di prezzo accettabile di un titolo, tra venditore e compratore), tra il Btp decennale italiano e il Bund tedesco oggi è di 325 punti, dieci in più rispetto alla chiusura dei mercati di venerdì. In calo anche l’euro che attesta il suo valore a 1,4156 dollari e 111,97 yen mentre sale il preszzo dell’oro, bene di rifugio per eccellenza che tocca il prezzo record di 1.600.10 dollari l’oncia.

Pasquale Amoruso

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here