domenica, 21 Luglio 2024

Pescara, minore ucciso a coltellate in un parco: fermati due coetanei

Due coetanei sono stati fermati per l'omicidio, avvenuto a seguito di una lite legata allo spaccio di droga, fenomeno che imperversa nella zona.

Da non perdere

A Pescara un ragazzo di 16 anni è stato ucciso a coltellate, il suo corpo è stato trovato domenica sera tra le sterpaglie nel parco Baden Powell, situato in centro città. Due coetanei sono stati fermati per l’omicidio, avvenuto a seguito di una lite legata allo spaccio di droga, fenomeno che imperversa nella zona.

La Dinamica dell’Omicidio

Secondo le prime ricostruzioni, l’accoltellamento sarebbe avvenuto nel pomeriggio di ieri, ma il corpo è stato rinvenuto solo in tarda serata. Il ragazzo presentava evidenti ferite da taglio ed era riverso sull’erba del parco. La Procura ha mantenuto il massimo riserbo sull’accaduto, definendo il caso “delicatissimo”. Contrariamente a quanto inizialmente trapelato, la vittima è del posto e non straniera. Le indagini sono affidate alla polizia.

Serie di Accoltellamenti in Città

L’omicidio di ieri rappresenta il terzo accoltellamento grave avvenuto a Pescara dall’inizio di giugno. La città è stata recentemente teatro di altri episodi violenti:

  • 8-9 giugno: Un 18enne è stato accoltellato dopo una serata trascorsa in un locale sul lungomare, in Viale della Riviera. L’aggressione è avvenuta alle 4 del mattino mentre il giovane stava lasciando lo stabilimento balneare con alcuni amici. La vittima è stata ricoverata in prognosi riservata.
  • 1 giugno: Un 37enne è finito in rianimazione dopo essere stato colpito all’addome da un 39enne. La lite tra i due, scaturita per motivi sentimentali, è degenerata in un’aggressione fuori da un bar.

Questi episodi hanno alimentato la preoccupazione tra i cittadini e le autorità locali, evidenziando un allarmante incremento della violenza giovanile e del coinvolgimento dei minori in attività criminali.

Reazioni e Misure di Sicurezza

Le forze dell’ordine stanno intensificando i controlli nelle aree più a rischio della città, in particolare nei luoghi frequentati dai giovani, per prevenire ulteriori episodi di violenza. Le indagini continuano per fare piena luce sul tragico evento e sulle dinamiche che hanno portato all’omicidio del giovane nel parco Baden Powell.

Questo tragico evento ha scosso profondamente la comunità locale, che ora si interroga sulle radici di questa violenza e sulle possibili soluzioni per garantire maggiore sicurezza nelle strade di Pescara.

Ultime notizie