martedì, 16 Luglio 2024

Latina, bracciante morto abbandonato per strada: permesso di soggiorno alla vedova di Satnam Singh

La vedova di Satnam Singh, il bracciante indiano deceduto tragicamente dopo essere stato abbandonato senza soccorsi vicino casa a seguito di un incidente sul lavoro nelle campagne di Latina, riceverà presto un permesso di soggiorno dal Viminale.

Da non perdere

La vedova di Satnam Singh, il bracciante indiano deceduto tragicamente dopo essere stato abbandonato senza soccorsi vicino casa a seguito di un incidente sul lavoro nelle campagne di Latina, riceverà presto un permesso di soggiorno dal Viminale. La decisione è stata presa dopo il nulla osta della competente autorità giudiziaria.

Satnam Singh ha perso la vita dopo un drammatico incidente sul lavoro che gli aveva causato l’amputazione di un braccio. L’assenza di soccorsi tempestivi ha scatenato un’ondata di indignazione e condanna in tutto il Paese.

La presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, ha espresso il suo profondo cordoglio per la tragica scomparsa del bracciante, manifestando vicinanza alla moglie, alla famiglia e ai cari di Singh. Durante la riunione del Consiglio dei ministri, Meloni ha definito l’accaduto come un atto disumano, ribadendo che tali barbarie non appartengono al popolo italiano e auspicando una severa punizione per i responsabili.

“Sono atti disumani che non appartengono al popolo italiano, e mi auguro che questa barbarie venga duramente punita”, ha dichiarato la premier Meloni, sottolineando l’impegno del governo nel combattere tali ingiustizie.

La vicenda di Satnam Singh ha portato alla luce le difficili condizioni di lavoro e di vita dei braccianti nelle campagne italiane, riaccendendo il dibattito sulla tutela dei diritti dei lavoratori migranti.

Ultime notizie