domenica, 21 Luglio 2024

Israele, attacchi nel sud del Libano: ordine di Netanyahu per l’assassinio del Capo di Hezbollah

Secondo fonti dei media arabi, le Forze di Difesa Israeliane (IDF) avrebbero iniziato ad attaccare la zona di Al Wazzani nel sud del Libano.

Da non perdere

Secondo fonti dei media arabi, le Forze di Difesa Israeliane (IDF) avrebbero iniziato ad attaccare la zona di Al Wazzani nel sud del Libano. Tuttavia, al momento, non vi è conferma ufficiale da parte di Israele, come riporta il Jerusalem Post. La situazione si complica ulteriormente con la notizia che il premier israeliano Benjamin Netanyahu avrebbe ordinato l’assassinio del capo di Hezbollah, Hassan Nasrallah, qualora si presentasse l’opportunità.

Contesto delle Relazioni Internazionali

Recentemente, il Segretario di Stato americano Antony Blinken ha incontrato funzionari israeliani, chiedendo di evitare un’ulteriore escalation con il Libano. Secondo una fonte della Forza Quds iraniana, i servizi di sicurezza israeliani non sono riusciti a localizzare Nasrallah, nonostante i tentativi di individuarlo. Nasrallah avrebbe anche rifiutato l’offerta di trasferirsi con la sua famiglia in Iran.

Strategie di Spionaggio e Reazioni Regionali

Il quotidiano kuwaitiano Al-Jarida riferisce che le reti di spionaggio israeliane usano applicazioni come WhatsApp per raccogliere informazioni su Hezbollah. Inoltre, un articolo recente sul Yedioth Ahronoth affermava che l’Iran avesse avvertito Hezbollah della possibilità di un attentato a Nasrallah.

Posizione di Cipro

Nel frattempo, Cipro ha dichiarato la sua neutralità rispetto al conflitto tra Israele e Hamas. Il portavoce del governo cipriota Konstantinos Letymbiotis ha sottolineato che Cipro non è coinvolta in alcuna guerra e mantiene relazioni eccellenti con il Libano.

Tensioni tra Israele e gli Stati Uniti

Benjamin Netanyahu ha recentemente criticato il ritardo nella consegna di armi da parte degli Stati Uniti, provocando irritazione nella Casa Bianca. Netanyahu ha dichiarato che le critiche erano necessarie dopo mesi di conversazioni infruttuose con gli Stati Uniti.

Operazioni di Israele a Gaza

Le IDF hanno riferito di aver distrutto un lanciarazzi della Jihad Islamica nella zona umanitaria di Khan Younis, nel sud della Striscia di Gaza, adottando misure per proteggere i civili palestinesi.

Diplomazia Internazionale

Josep Borrell, Alto Rappresentante dell’UE per la politica estera, ha discusso con il ministro degli Esteri giordano Ayman Safadi riguardo alla crisi in corso a Gaza e in Cisgiordania, enfatizzando la necessità di un cessate il fuoco e il rispetto del diritto internazionale.

Armenia Riconosce lo Stato Palestinese

L’Armenia ha riconosciuto ufficialmente lo Stato di Palestina, aderendo alle risoluzioni dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite e sostenendo una soluzione a due Stati per il conflitto israelo-palestinese.

Vittime tra le Forze di Difesa Israeliane

Due riservisti delle IDF sono stati uccisi e altri tre gravemente feriti in un attacco con colpi di mortaio nel centro della Striscia di Gaza, aumentando a 314 il numero dei soldati israeliani uccisi dall’inizio dell’offensiva contro Hamas.

Ultime notizie