venerdì, 12 Luglio 2024

Corea del Nord, visita di Putin: “Grazie per il sostegno”

Durante la sua visita, Putin ha elogiato Kim per il suo "fermo sostegno" nella guerra in Ucraina e ha promesso appoggio contro "le pressioni, i ricatti e le minacce militari degli Stati Uniti."

Da non perdere

Il presidente russo Vladimir Putin è in visita ufficiale in Corea del Nord su invito di Kim Jong Un, segnando il primo viaggio di un leader russo nel paese eremita in 24 anni. Durante la sua visita, Putin ha elogiato Kim per il suo “fermo sostegno” nella guerra in Ucraina e ha promesso appoggio contro “le pressioni, i ricatti e le minacce militari degli Stati Uniti.”

In un articolo pubblicato sul giornale nordcoreano Rodong Sinmun, Putin ha sottolineato la necessità di opporsi alle ambizioni dell’Occidente e di promuovere un ordine mondiale multipolare basato sul rispetto reciproco e la giustizia. Ha inoltre annunciato lo sviluppo di “meccanismi alternativi” di commercio tra Russia e Corea del Nord per evitare il controllo occidentale, con l’obiettivo di creare un sistema internazionale più democratico e stabile.

Secondo il Cremlino, la visita di stato è stata descritta come “amichevole”. Successivamente, Putin si recherà in Vietnam per una visita di due giorni, dal 19 al 20 giugno, per rafforzare il “partenariato strategico globale” tra Mosca e Hanoi.

Putin ha ribadito l’importanza delle relazioni tra Russia e Corea del Nord, affermando che Mosca sosterrà incessantemente Pyongyang nella sua lotta per l’indipendenza. Ha anche ringraziato la Corea del Nord per il sostegno nella guerra in Ucraina. Il rapporto tra i due paesi si è rafforzato significativamente da settembre scorso, quando Kim Jong Un ha visitato la Russia, gettando le basi per una collaborazione che include la fornitura di armi e munizioni alla Russia.

Durante la visita, è probabile che il tema delle armi sia al centro dei colloqui tra Putin e Kim. La Corea del Nord ha fornito alla Russia armi usate nella guerra contro l’Ucraina, inclusi missili balistici. Kim Jong Un ha descritto le relazioni bilaterali come “indistruttibili” e ha dichiarato che continueranno a consolidarsi nel tempo.

L’intensificarsi delle relazioni tra Corea del Nord e Russia ha sollevato preoccupazioni negli Stati Uniti. “Crediamo che l’approfondimento della cooperazione tra Russia e Corea del Nord debba preoccupare chiunque sia interessato a mantenere la pace e la stabilità nella penisola coreana,” ha dichiarato il portavoce del Dipartimento di Stato Matthew Miller. Ha inoltre ricordato le notizie sul trasferimento illegale di missili balistici e munizioni dalla Corea del Nord alla Russia.

John Kirby, portavoce del Consiglio di Sicurezza Nazionale della Casa Bianca, ha chiarito che gli Stati Uniti non sono preoccupati per la visita di Putin in sé, ma per l’approfondimento delle relazioni tra i due paesi. “Continueremo a fare presente chiaramente le nostre preoccupazioni e a chiedere alla Russia di rispettare tutte le risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite sulla non proliferazione,” ha dichiarato Kirby.

La visita di Putin a Pyongyang e i successivi incontri in Vietnam segnano un’intensa settimana diplomatica per il leader russo, con un’attenzione particolare al rafforzamento delle alleanze strategiche e alla promozione di un ordine mondiale alternativo rispetto a quello guidato dall’Occidente.

Ultime notizie