venerdì, 19 Luglio 2024

Firenze, scoperta frode fiscale: sequestrati beni per 1.3 milioni di euro

Indagati due soggetti per frode fiscale. Dichiaravano il falso fallimento della propria società deviando le somme di denaro in cassa nei propri conti correnti

Da non perdere

La Guardia di Finanza di Firenze, con il supporto dei reparti del Corpo di Milano, Torino e Benevento, hanno eseguito una misura cautelare personale e reale nei confronti di cinque soggetti. Due degli indagati avevano creato una società per ottenere sponsorizzazioni e gareggiare nelle competizioni sportive delle auto storiche.

Dagli approfondimenti della polizia, la posizione fiscale della società non ha versato le imposte nonostante avesse guadagnato milioni di euro. Infatti, il denaro affluito sui conti correnti della società veniva “deviato” sui conti correnti personali degli indagati. Poi veniva prelevato dai soci provocando il fallimento della società beneficiaria delle sponsorizzazioni.

I due principali indagati sono accusati di un sequestro preventivo pari a 1.358.000 euro. Tale sequestro ha preventivato i conti correnti della società e personali, denaro contante e svariate autovetture stradali, auto da competizione e un camion con rimorchio e allestimento speciale motorhome. Il procedimento è nella fase delle indagini preliminari e le persone indagate saranno esaminate durante il processo successivo. Non si escludono ulteriori sviluppi investigativi, anche in favore delle persone sottoposte ad indagini.

Il contrasto alle frodi fiscali e al mancato versamento delle imposte consente di rimuovere un grave ostacolo allo sviluppo economico che distorce la concorrenza e l’allocazione delle risorse, mina il rapporto di fiducia tra cittadini e Stato e penalizza l’equità, sottraendo spazi di intervento a favore delle fasce sociali più deboli.

Ultime notizie