giovedì, 25 Luglio 2024

Guerra Ucraina, Biden in una visita sorpresa a Kiev: nuovi aiuti e nuove sanzioni

Una visita "sorpresa" del presidente Biden a Kiev, in occasione del primo anniversarieo dall'invasione. L'annuncio di nuovi aiuti militari e nuove sanzioni alla Russia.

Da non perdere

Joe Biden  ha effettuato ieri una visita “a sorpresa” a Kiev che ha preceduto quella fatta in Polonia. L’evento ha un’enorme rilevanza in occasione del primo anniversario dell’invasione russa. Un anno fa l’Ucraina sembrava debole e isolata ma con queste visite l’immagine che ci arriva e totalmente opposta.

L’ultimo viaggio di un presidente degli Stati Uniti risale a 2008. Biden invece, è l’ultimo vicepresidente a essersi recato nella capitale ucraina nel 2017, durante gli ultimi giorni del secondo mandato di Barack Obama. Biden ha visitato precedentemente Kiev sei volte ed è probabilmente per quello che ha affermato: “Sapevo che sarei tornato in Ucraina”.

La visita di Biden non è stata solo per mostrare sostegno al popolo ucraino ma anche per annunciare un nuovo pacchetto aiuti di 450 milioni di dollari che porta il totale di aiuti militari a 30 miliardi dall’inizio dell’invasione. Dal nuovo pacchetto alla sicurezza ci sono sistemi Himars, Howitzer, Javelins, radar per la sorveglianza aerea e più equipaggiamento militare. Il presidente degli Stati Uniti ha parlato anche del fatto che questa settimana annunceranno ulteriori sanzioni contro le élite e le aziende che stanno cercando di eludere o “!aiutare con i rifornimenti” la macchina di guerra russa.

Durante l’incontro le sirene hanno suonato senza senza sosta. La Russia è stata avvisata alcune ore prima della partenza di Biden in Ucraina con il proposito di ridurre il livello degli attacchi e per evitare “incidenti diplomatici”, lo ha rivelato il consigliere alla Sicurezza Nazionale Usa Jake Sullivan.

Zelensky ha affermato che questa “È la visita più importante nella storia delle relazioni fra Ucraina e gli Stati Uniti”.  Come risposta, Biden ha dichiarato “Avete dimostrato di essere eroici e tutto il mondo lo ha visto”. “Un anno dopo, Kiev e l’Ucraina stanno in piedi. La democrazia resiste”!

 

 

Ultime notizie