giovedì, 9 Febbraio 2023

Arresto Matteo Messina Denaro, le reazioni dal mondo della politica: esultano Meloni e Crosetto

L'arresto del boss Matteo Messina Denaro è già stato consegnato alla storia. Dopo 30 anni di latitanza "U Siccu" è stato catturato dai Carabinieri del Ros all'interno della clinica privata Maddalena di Palermo, dove si era presentato con il nome di Andrea Bonafede. Non sono tardate ad arrivare le dichiarazioni social da parte delle istituzioni italiane ed europee per celebrare un evento importante nella lotta alla mafia.

Da non perdere

Arrestato Matteo Messina Denaro! Complimenti alle forze dell’ordine, alla magistratura, alle migliaia di persone che ogni giorno, in silenzio, lavorano per difendere la giustizia.
Grazie ai ROS ed ai magistrati per il loro lavoro“. Sono queste le parole usate dal ministro della Difesa Guido Crosetto subito dopo l’arresto dell’ultimo superlatitante di Cosa Nostra dai Carabinieri del Ros all’interno della clinica privata Maddalena di Palermo, dove si era presentato con il nome di Andrea Bonafede. Stando a quanto si apprende, “Diabolik” soffriva di tumore al colon e aveva metastasi epatiche per cui si sottoponeva a cicli periodici di trattamenti chemioterapici. Il boss è stato portato all’aeroporto Boccadifalco per essere trasferito in una struttura carceraria di massima sicurezza. La stessa cosa accadde a Totò Riina, arrestato il 15 gennaio di 30 anni fa.

Meloni: “Una grande vittoria per lo Stato”

Dopo le parole del ministro della Difesa, sono arrivate anche le dichiarazioni da parte della premier Giorgia Meloni: “Una grande vittoria dello Stato che dimostra di non arrendersi di fronte alla mafia. All’indomani dell’anniversario dell’arresto di Totò Riina, un altro capo della criminalità organizzata viene assicurato alla giustizia. I miei più vivi ringraziamenti, assieme a quelli di tutto il governo, vanno alle forze di polizia, e in particolare al Ros dei Carabinieri, alla Procura nazionale antimafia e alla Procura di Palermo per la cattura dell’esponente più significativo della criminalità mafiosa. Il governo assicura che la lotta alla criminalità mafiosa proseguirà senza tregua, come dimostra il fatto che il primo provvedimento di questo esecutivo ha riguardato proprio questa materia“.

Giorgia Meloni partirà alla volta di Palermo dove incontrerà il procuratore distrettuale del capoluogo siciliano, Maurizio de Lucia, i magistrati che hanno coordinato le indagini e i Carabinieri del Ros che hanno eseguito l’arresto di Matteo Messina Denaro.

Matterella si congratula con i Carabinieri

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella ha telefonato questa mattina al ministro dell’Interno e al Comandante dell’Arma dei Carabinieri per esprimere le sue congratulazioni per l’arresto di Matteo Messina Denaro, realizzato in stretto raccordo con la magistratura. Sulla scia delle parole di Mattarella, arrivano le parole del ministro dell’Interno Matteo Piantedosi: “Complimenti alla Procura della Repubblica di Palermo e all’Arma dei carabinieri che hanno assicurato alla giustizia un pericolosissimo latitante. Una giornata straordinaria per lo Stato e per tutti coloro che da sempre combattono contro le mafie“.

Sospiro di sollievo anche dalle istituzioni europee. “Il mondo è un po’ più sicuro oggi“, ha scritto in un tweet la presidente del Parlamento europeo Roberta Metsola, condividendo il tweet del ministro degli Esteri Tajani sull’arresto del boss Messina Denaro.

Regione Sicilia, esulta anche Schifani

Anche il presidente della regione, Renato Schifani esulta dopo la cattura di “U Siccu”: “Oggi è un grande giorno per la Sicilia e per l’Italia intera, l’arresto di Matteo Messina Denaro è un colpo durissimo inflitto alla mafia. Tutti devono sapere che in questa Terra non ci possono essere spazi né di illegalità né d’impunità”.

Ultime notizie