giovedì, 25 Luglio 2024

Iran, arrestata per essersi tolta il velo in classe: 14enne stuprata e uccisa dalla Polizia

Nei giorni scorsi una 14enne iraniana è stata stuprata e uccisa dopo essere stata arrestata per essersi tolta il velo in classe. La minorenne avrebbe voluto ricordare la 22enne Masha Amini, e in seguito all'arrestato è stata trasferita in ospedale dove le hanno rilevato lacerazioni vaginali.

Da non perdere

Nei giorni scorsi una ragazzina di 14 anni iraniana di nome Masooumeh è morta a Teheran dopo essere stata arrestata per essersi tolta il velo in classe in segno di protesta. Secondo la ricostruzione dell’accaduto, la 14enne avrebbe avuto intenzione di ricordare Masha Amini, la ragazza di 22 anni morta dopo essere stata picchiata dalla polizia perché non portava l’Hijab correttamente; la minorenne sarebbe stata identificata dalle Forze di Sicurezza iraniane attraverso delle telecamere presenti nella scuola, e successivamente l’avrebbero portata in caserma per poi violentarla.

La vicenda è stata denunciata dalla Ong Center For Human Rights, che riferisce di come, in seguito all’arresto, la ragazza sia stata trasferita in ospedale dove sarebbero state rilevate gravi lacerazioni vaginali. Da tempo non si hanno notizie riguardo la madre della giovane, scomparsa dopo aver dichiarato di voler rendere pubblica la storia. Sull’accaduto si è espresso anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, durante la conferenza degli ambasciatori che si è svolta oggi 22 dicembre alla Farnesina: “Quanto sta avvenendo in queste settimane in Iran supera ogni limite e non può, in alcun modo, essere accantonato”.

Nel frattempo il governo di Teheran protesta in seguito all’esclusione dalla commissione Onu sullo status delle donne, e respinge le critiche a riguardo la repressione delle proteste; durante un vertice ad Amman, il ministro degli Esteri Iraniano avrebbe detto al ministro Catherine Colonna: “Ritengo inaccettabili le interferenze della Francia nei nostri affari interni”.

Ultime notizie