mercoledì, 24 Luglio 2024

Sport invernali, settimana da record per l’Italia: 22 podi. E addirittura 8 vittorie

Settimana da record per l'Italia, che nelle discipline olimpiche invernali ha ottenuto la bellezza di 22 podi, 8 vittorie. Adesso nella stagione 2022-23 i podi sono 58, di cui 17 vittorie, numero importante se si guarda al passato.

Da non perdere

Una settimana storica per gli sport invernali quella appena conclusa, nella quale gli atleti italiani delle discipline olimpiche invernali hanno totalizzato 22 podi, 8 le vittorie. Da Goggia a Pellegrino, da Roland Fischnaller che vince a 42 anni all’altro Fischnaller, Dominik che realizza una storica doppietta nello slittino. Una grande settimana che sostiene il buonissimo inizio di stagione da parte degli atleti azzurri che hanno ottenuto sin qui la bellezza di 58 podi ma la notizia è il fatto che siano spartiti più o meno equamente tra le vittorie (17), i secondi (17) e i terzi posti (24). Negli ultimi tempi, e con il quadriennio olimpico appena chiuso l’Italia aveva conquistato pochissimi successi in percentuale sul numero dei podi, mentre quest’anno il bilancio manifesta finora più equilibrio.

La disciplina maggiormente proficua è stato senza dubbio lo slittino, di scena a Park City, in cui sono state archiviate addirittura 3 vittorie e 1 secondo posto. Dominik Fischnaller ha conquistato una pesantissima doppietta imponendosi in entrambe le gare di singolo maschile e diventando il primo slittinista azzurro a riuscirci. Successi importantissimi perché portano l’altoatesino a ridosso di Kindl nella classifica generale di Coppa del Mondo. La ormai collaudatissima coppia di doppio femminile Voetter/Oberhofer ha invece conquistato un primo e un secondo posto.

Passiamo allo snowboard, disciplina in cui pur senza Michela Moioli sono stati conquistati ben 4 podi con 1 vittoria. Nello snowboard parallelo il 42enne Roland Fischnaller ha conquistato una superba vittoria a Cortina (con Aaron March in terza posizione), dopo essersi piazzato sul podio a metà settimana a Carezza. Nella specialità big air invece il 16enne Ian Matteoli ha conquistato un terzo posto in una disciplina inedita nella tradizione italiana a Copper Mountain (Usa). Quest’ultimo è il primo podio italiano nella storia dello snowboard Big Air.

Molto bene anche lo sci alpino che, trascinato dalle donne, fa registrare 5 podi e 2 vittorie con Sofia Goggia ed Elena Curtoni grandi protagoniste a S. Moritz. Mattia Casse ha invece portato a casa forse il podio più inaspettato insieme a quello dal Big Air, nella seconda discesa libera della Val Gardena dove si è piazzato terzo.

Nelle discipline nordiche l’impresa è stata firmata da Federico Pellegrino che ha vinto la sprint a tecnica libera di Davos. Ancora sul podio Lisa Vittozzi nell’inseguimento di LeGrandBornand che ha chiuso il mese di dicembre con un podio per tappa mentre la combinatista Annika Sieff ha conquistato un altro secondo posto in quel di Ramsau.

Per quanto riguarda il pattinaggio di velocità, a Calgary in Canada il bronzo olimpico Davide Ghiotto ha vinto la gara sui 10.000 metri mentre il giovane David Bosa si è piazzato terzo nei 10.000 metri ottenendo il primo podio di carriera.

Ultime notizie