giovedì, 9 Febbraio 2023

Nuoto, Mondiali vasca corta: due argenti per l’Italia. Finale per Ceccon e Miressi

Nella seconda giornata di semifinali e Finali dei Mondiali 2022 di nuoto in vasca corta, arrivano due medaglie d'argento per gli azzurri: secondo posto nella 4X50 mista e nei 100 dorso per Lorenzo Mora. Miressi e Ceccon in finale nei 100 stile libero

Da non perdere

Si è conclusa la seconda giornata di semifinali e di Finali nel Melbourne Sports and Aquatic Centre, sede dei Mondiali 2022 di nuoto in vasca corta. Grandi prestazioni da parte degli Azzurri in vasca, con l’argento nella 4×50 mista mixed, che ha visto chiudere nel tempo record di 1:36.0, Lorenzo Mora (22.59), Nicolò Martinenghi (24.83), Silvia Di Pietro (24.52) e Costanza Cocconcelli (24.07). Primo posto per gli Stati Uniti che hanno ottenuto il nuovo record mondiale di 1:35.15. Completa il podio il Canada (1:36.93). La seconda medaglia della giornata è sempre di Lorenzo Mora che, così come in staffetta, ha conquistato il secondo posto nella Finale dei 100 dorso uomini. Gara chiusa in 49.04, nuovo record italiano, alle spalle solo dell’americano Ryan Murphy, 48.50, record dei campionati. Il bronzo è stato conquistato dall’australiano Isaac Alan Cooper in 49.52. Si tratta della prima medaglia mondiale in vasca da 25 metri per un atleta azzurro a livello individuale in questa specialità.

Buoni segnali dalle semifinali uomini

Buoni i segnali che arrivano dalle semifinali dei 100 stile libero e dei 100 rana uomini. Nella gara regina, Alessandro Miressi e Thomas Ceccon hanno staccato il biglietto per la Finale con il quarto e il sesto tempo, rispettivamente in 45.74 e 46.13. Primo tempo per l’atleta delle Isole Cayman, Jordan Crooks che ha chiuso in 45.55; secondo il francese Maxime Grousset in 45.58 e terzo l’australiano Kyle Chalmers in 45.66.
Bene anche Martinenghi e Cerasuolo. Nicolò ha conquistato l’accesso alla finale dei 100 rana con il miglior tempo di 56.01, davanti all’americano Nic Fink, 56.25, e il cinese Qin Haiyang, 56.38. Quinto posizione per Cerasuolo che ha chiuso in 56.71, subito dietro il rientrante britannico Adam Peaty, 56.42.

In difficoltà Benedetta Pilato

In difficoltà Benedetta Pilato; la campionessa del mondo in vasca lunga dei 100 rana non riesce a dare il meglio di sé in acqua, a causa di alcuni problemi personali che la stanno un po’ condizionando da settembre. Pilato, dunque, che non riesce a qualificarsi per la finale con il suo 1:05.46. Sarà lotta tra l’americana Lilly King, 1:03.33, e la lituana Ruta Meilutyte che ha chiuso in 1:03.40. Nelle semifinali dei 100 stile libero donne, in cui non erano presenti atlete azzurre, super Emma McKeon che, con il tempo di 51.28 all’overall, si candida come grande favorita per l’oro domani.
Negli 800 stile libero donne, conferma la sua supremazia l’australiana Lani Pallister, che chiude in 8:04.07 davanti alla neozelandese Erika Fairweather, 8:10.41, e la giapponese Miyu Namba, 8:12.98. Al termine della seconda giornata, l’Australia guida il medagliere con 5 ori, 2 argenti e 2 bronzi, davanti ad USA (4-3-4) e Italia (2-2-0).

Ultime notizie