domenica, 21 Luglio 2024

“Lede l’immagine dell’azienda”: 25enne pubblica foto osé su Onyfans, Gardaland non rinnova il contratto

Il successo del suo profilo OnlyFans è stato del tutto inaspettato e, nell'ultimo periodo, l'avrebbe portata a guadagnare fino a 5mila euro al mese. Il successo non è passato inosservato e il rapporto di lavoro non è stato rinnovato: "Si è trattato di cessazione di un contratto stagionale a tempo determinato" fanno sapere da Gardaland.

Da non perdere

Un rapporto di lavoro a tempo determinato, concluso alla sua scadenza naturale e non più prolungato. Nulla di straordinario nel mercato del lavoro attuale, se non fosse che il luogo di lavoro è Gardaland, e la ragazza in questione è finita sotto i riflettori per delle foto osé sulla piattaforma OnlyFans. Secondo la ricostruzione dell’accaduto la 25enne, Ilaria Rimoldi, lavorava come addetta alle attrazioni e all’accoglienza del parco divertimenti con un contratto a tempo determinato firmato per due diverse stagioni, da luglio 2021 a gennaio 2022 e poi da marzo 2022 fino allo scorso mese di novembre. La 25enne ha raccontato la sua versione dell’accaduto, sottolineando che non aveva mai pubblicato foto di nudo: “Il mio stipendio era di circa mille euro e mi serviva un’entrata in più: tra affitto, auto, spesa e bollette, facevo fatica ad arrivare a fine mese. La soluzione migliore è stata OnlyFans, dove mi limito a condividere immagini sexy, in lingerie. Iscriversi al mio canale costa dieci dollari al mese”.

Stando alle dichiarazioni della ragazza, il successo è stato inaspettato, infatti il primo mese avrebbe guadagnato solamente 600 euro, mentre di recente il guadagno è arrivato a 5mila euro mensili. La giovane racconta che inizialmente il doppio lavoro non era stato notato da Gardaland ma poi, complice il successo, la voce si è sparsa al punto che anche alcuni visitatori l’avrebbero riconosciuta. Successivamente, Ilaria sarebbe stata convocata nell’ufficio dei dirigenti per un colloquio, in cui avrebbe chiesto un aumento di stipendio in cambio della chiusura del profilo OnlyFans: “Mi hanno fatto presente che quella è una struttura per famiglie e che le mie foto su quella piattaforma non si addicono all’immagine che il parco vuole dare all’esterno. Ho risposto che se volevano potevano alzarmi lo stipendio permettendomi di guadagnare la stessa cifra che mi garantisce quella mia seconda attività. Ovviamente hanno rifiutato”.

La replica dell’azienda

Dopo le dichiarazioni della 25enne, non è tardata ad arrivare una replica da parte dell’azienda: “Gardaland riconosce e promuove l’importanza delle risorse umane all’interno dell’ambiente lavorativo e incentiva la creazione di rapporti di rispetto e collaborazione con e tra i propri dipendenti. Nell’ambito delle politiche aziendali, si invitano i collaboratori, per le proprie attività digital, ad evitare l’utilizzo improprio dei loghi o delle immagini di Gardaland non in linea con la vocazione familiare del Parco divertimenti. Pertanto, nel caso specifico segnalatoci, si è trattato di cessazione di un contratto stagionale a tempo  determinato – CCNL industria turistica – alla naturale scadenza dello stesso, fissata fin dall’inizio al 27 novembre 2022”, scrive la società in una nota.

Sulla questione si è espressa anche la coordinatrice regionale dell’Ordine dei consulenti del lavoro, Patrizia Gobat, che afferma di come alcune sentenze della Corte di Cassazione  permettono un procedimento disciplinare verso un dipendente che nel tempo libero mette a rischio l’immagine dell’azienda. “Questo non significa che la persona non può utilizzare il proprio corpo come meglio crede, ma deve sempre tenere a mente che le proprie attività private non devono mai essere associate all’azienda con la quale collabora”, afferma la coordinatrice.

Ultime notizie