giovedì, 9 Febbraio 2023

“Rischio salmonella”: ministero della Salute ritira salame felino dagli scaffali Aldi

Il ministero della Salute ha ritirato dalla vendita il salame felino in vendita nei negozi ALDI, per rischio salmonella: "Il prezzo di vendita sarà rimborsato anche in assenza dello scontrino".

Da non perdere

Nella giornata di oggi 7 dicembre, il ministero della Salute ha pubblicato un nuovo richiamo alimentare, stavolta per il salame felino IGP da 500 grammi Regione Che Vai, venduto nei negozi ALDI, per “possibile presenza di Salmonella”. Non è la prima volta che il governo ritira dagli scaffali un salume, infatti nei giorni scorsi erano stati pubblicati due richiami per il Salame stagionato del Salumificio Colli e quello morbido Sa.Mo.

I lotti interessati dal provvedimento sono il C22470486, CC22430083, CC22450029 e CC22450054, prodotti nello stabilimento dell’azienda San Leonardo Prosciutti S.r.l. a Sala Baganza in provincia di Parma. Il ministero invita tutti coloro che hanno acquistato il salame a restituirlo: “Il prodotto non deve essere consumato e può essere restituito in tutte le filiali ALDI. Il prezzo di vendita sarà rimborsato anche in assenza dello scontrino. Per eventuali richieste di chiarimento si prega di contattare il Servizio Clienti ALDI”.

Ultime notizie