mercoledì, 8 Febbraio 2023

“Dacci i soldi in cassa”: fanno irruzione all’ufficio postale, dopo la rapina scappano in taxi. Tre arresti – VIDEO

Due degli indagati avrebbero materialmente eseguito il colpo, mentre il terzo avrebbe avuto il ruolo di controllare la situazione nelle vicinanze, a bordo di un taxi. Il conducente era ignaro di tutto.

Da non perdere

A Firenze i Carabinieri hanno dato esecuzione a tre misure cautelari nei confronti di altrettanti soggetti ritenuti responsabili di una rapina commessa lo scorso 2 agosto all’Ufficio postale di Bagno a Ripoli. Si tratta di un uomo albanese e due italiani; stando alle indagini i tre si sarebbero recati il 2 agosto all’Ufficio postale di Bagno a Ripoli e con la forza avrebbero preteso che gli fosse consegnato il denaro, circa 690 euro, prima di dileguarsi a bordo di un taxi. Due uomini della banda sono stati colti in flagranza di reato nel tentativo di compiere un’altra rapina simile, a Casalecchio di Reno.

Le indagini

Dalle prime indagini è emerso che due degli indagati avrebbero materialmente eseguito il colpo, mentre il terzo avrebbe avuto il ruolo di controllare la situazione nelle vicinanze, a bordo di un taxi. Il conducente della vettura era completamente ignaro di ciò che stesse succedendo all’interno dell’Ufficio postale. Al termine della rapina i tre uomini avrebbero fatto ritorno a Firenze a bordo del taxi, mantenendo la calma per non allertare il conducente dell’auto. Ai fini dell’indagine sono risultate fondamentali le telecamere di sorveglianza del Comune di Firenze; una volta identificato il taxi utilizzato dai tre indagati è stato possibile ricostruire l’intero percorso. Le Autorità hanno pertanto rintracciato due degli indagati, cogliendoli in flagranza di reato nel tentativo di compiere un’altra rapina a Casalecchio di Reno. Per loro, pertanto, ci sarebbero elementi di reità. I due hanno poi consentito di rintracciare anche il terzo complice. Durante una perquisizione a casa di quest’ultimo, gli Agenti hanno trovato anche della sostanza stupefacente.

Ultime notizie