domenica, 27 Novembre 2022

“Nessuno può arrestarmi”: evade dai domiciliari e finisce due volte in manette in poche ore

Ha parcheggiato l'auto ostruendo l'entrata della caserma dei Carabinieri, si è scontrato in retro con la macchina privata di un militare, ed è finito agli arresti domiciliari. Non contento, a distanza di poche ore, ha telefonato ai Carabinieri da una tabaccheria, ma è stato prontamente intercettato e arrestato.

Da non perdere

Blocca l’ingresso della caserma, ferisce un militare, evade gli arresti e chiama i Carabinieri al grido di “nessuno può arrestarmi!“. E infatti ora si trova in carcere, in attesa di giudizio. Un 45enne di Giugliano, Campania, nella mattinata di oggi è stato arrestato a seguito di ripetuti atti provocatori. Inizialmente l’uomo ha parcheggiato l’auto ostruendo l’ingresso della caserma dei Carabinieri, impedendo ai veicoli di entrare e uscire; dopo la richiesta di spostare l’auto, il 45enne ha ingranato la retro e si è schiantato contro l’auto privata di un militare fuori servizio, rimasto lievemente ferito. A questo punto, è stato immediatamente arrestato. Dopo poche ore, sottoposto agli arresti domiciliari, ha telefonato in caserma da una tabaccheria, rivolgendo ai militari testuali parole: “nessuno può arrestarmi!”. Dopo aver intercettato la chiamata, i Carabinieri hanno accertato l’evasione degli arresti domiciliari trovandolo nella stessa tabaccheria da dove chiamava, al che l’uomo è stato nuovamente arrestato.

Ultime notizie