mercoledì, 7 Dicembre 2022

Qatar 2022, con questa squadra l’Italia vincerà il Mondiale

Tutti della Serie A gli "italianissimi" che possono trionfare in un Mondiale pieno di polemiche, pieno di negatività ma pur sempre il torneo più importante del calcio. A Qatar 2022 può vincere questa Italia?

Da non perdere

Tanti sono i giocatori azzurri che potranno godersi una pausa fino alla ripresa di gennaio in occasione della 16esima giornata, ma non sono pochi i calciatori della nostra Serie A impegnati con le rispettive nazionali nei Mondiali appena iniziato. Gli “italiani” che partecipano a Qatar 2022 formano una rosa molto competitiva, magari non da finale, ma sicuramente da qualificazione.. quella che è mancata ai ragazzi di Mancini. Ecco l’Italia che potrebbe conquistare il Mondiale:

PORTIERI
– Wojciech Szczęsny (Polonia), titolarissimo nella Juventus di Allegri ed esperto, ormai al suo secondo Mondiale;
– André Onana (Camerun), seconda o prima scelta che dir si voglia, il giovane portiere nerazzurro dopo essersi conquistato la titolarità con un indeciso Inzaghi a discapito di Handanovic, è pronto a risultare decisivo anche nel torneo più importante nel mondo del calcio;
– Rui Patricio (Portogallo), tanta esperienza a chiudere un terzetto di portieri niente male.

DIFENSORI
– Theo Hernandez (Francia), terzino sinistro fra i più forti e in forma al mondo, chi meglio di lui per infiammare la fascia?
– Gleison Bremer (Brasile), primo centrale di difesa, inamovibile dalla retroguardia bianconera dopo essersi messo in mostra la scorsa stagione con il Torino e conquistando il premio di “Miglior difensore dell’anno”;
– Kim Min-jae (Corea del sud), dopo aver conquistato il cuore dei partenopei a suon di prestazioni da vero leader, non può non chiudere lui il duetto di centrali;
– Denzel Dumfries (Olanda), a destra ci pensa l’olandese dell’Inter a sgaloppare avanti e indietro sulla fascia.
A disposizione Ricardo Rodriguez (Svizzera), Nikola Milenkovic (Serbia), Danilo (Brasile), Stefan De Vrij (Olanda).

CENTROCAMPISTI
– Marcelo Brozovic (Croazia), ancora un pò acciaccato dall’infortunio alla coscia sinistra, sembrerebbe aver recuperato e si candida come regista di questo grande team;
– Sergej Milinkovic-Savic (Serbia), il “sergente” per inventare con la sua classe e per contrastare con i suoi centimetri e la fisicità;
– Piotr Zielinski (Polonia), tanta classe e tenacia che lo contraddistinguono ormai da anni a Napoli, vuole consacrarsi anche in Nazionale.
A disposizione, top del calibro di Zambo Anguissa (Camerun), Teun Koopmeiners (Olanda), Leandro Paredes (Argentina), Adrien Rabiot (Francia).

ATTACCANTI
– Rafael Leao (Portogallo), sulla stessa fascia del suo compagno di squadra al Milan, velocità, dribbling e tanta personalità gli permettono di inventare e, se con la testa giusta, di essere decisivo;
– Dusan Vlahovic (Serbia), qualche difficoltà nel gioco dei bianconeri, ma con questa squadra può tornare la “macchina da gol” che abbiamo apprezzato a Firenze;
– Ángel Di María (Argentina), tanti infortuni hanno rovinato la sua prima parte di stagione, ma se in forma è lui il top player di questa squadra.
A disposizione tante prime scelte: Romelu Lukaku (Belgio), Olivier Giroud (Francia), Filip Kostic (Serbia), Hirving Lozano (Messico), Lautaro Martínez (Argentina).

Un 4-3-3 gestito da un vincente come Josè Mourinho per chiudere una lista di campioni, tutti protagonisti in Serie A e che ci faranno sognare anche in Qatar 2022.

Ultime notizie