giovedì, 18 Luglio 2024

Mano de Dios, venduto per 2,4 milioni di euro il pallone “toccato” da Maradona

L'arbitro tunisino Ali Bin Nasser, che diresse il celebre quarto di finale tra Argentina e Inghilterra il 22 giugno 1986, oggi ha venduto all'asta il pallone della "Mano de Dios" per la modica cifra di 2,4 milioni di euro. L'evento si è tenuto nella casa d'aste Graham Budd Auctions, a Londra.

Da non perdere

Nella casa d’aste Graham Budd Auctions, a Londra, oggi è stato venduto il pallone della Mano de Dios, celebre per il gol di Diego Armando Maradona contro l’Inghilterra nel quarto di finale Mondiale di Messico 1986. Il pallone è stato battuto per la modica cifra di 2 milioni di sterline, nonché 2,4 milioni di euro.

La fortuna dell’arbitro

A mettere il pallone all’asta è stato proprio l’arbitro tunisino Ali Bin Nasser, che non si accorse di nulla e convalidò la rete del momentaneo 1-0 dell’Argentina. Prima dell’asta, Bin Nasser ha affermato di ritenere che fosse il momento giusto per condividere l’oggetto con il mondo e ha espresso la speranza che l’acquirente lo mettesse in mostra a disposizione del pubblico. A maggio la maglia indossata dal Pibe de oro nella stessa partita era stata battuta per la cifra record di 7,1 milioni di sterline, oltre 8 milioni di euro.

Il famoso errore

Parlando del gol con la mano, l’ufficiale di gara tunisino ha dichiarato: “Non sono riuscito a vedere chiaramente l’incidente. I due giocatori, Shilton e Maradona, erano di fronte a me da dietro. Secondo le istruzioni della Fifa emesse prima del torneo, ho chiesto al mio guardalinee la conferma della validità del gol: è tornato sulla linea di metà campo indicando che era convinto che il gol fosse valido“.

Ultime notizie