mercoledì, 7 Dicembre 2022

Stangata dell’Agcom da 3 milioni e mezzo di euro, MediaWorld non ci sta: “Noi sempre trasparenti faremo ricorso”

Il gigante dell'elettronica non ci sta e respinge al mittente gli addebiti. Nelle scorse ore, dopo la multa da 3 milioni e mezzo di euro, l'azienda ha fatto sapere che non intende affatto stare con le mani in mano a guardare.

Da non perdere

La multa comminata nei giorni scorsi dall’Agcom al colosso MediaWorld ha suscitato molto scalpore, in particolare per le motivazioni alla base della multa da ben 3 milioni e mezzo di euro, non proprio spiccioli in questi tempi di ristrettezze economiche. Il gigante dell’elettronica però non ci sta e respinge al mittente gli addebiti. Nelle scorse ore, infatti, l’azienda ha fatto sapere che non intende affatto stare con le mani in mano a guardare. L’azienda ci ha scritto per il tramite dell’ufficio stampa. Ecco qui di seguito la dichiarazione ufficiale: “MediaWorld, marchio di Mediamarket SpA, ha ricevuto un provvedimento sanzionatorio da parte di AGCM, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato. L’azienda – si legge – non condivide le motivazioni alla base del provvedimento ritenendolo del tutto infondato e, pur mettendosi a completa disposizione dell’Autorità, effettuerà ricorso nei confronti di tale decisione. Nel corso del 2022, tra l’altro, MediaWorld ha implementato una serie di azioni per aumentare ulteriormente la trasparenza della comunicazione commerciale presso tutti i propri punti vendita distribuiti sul territorio italiano. MediaWorld da 30 anni è a fianco dei clienti per favorire la conoscenza e la diffusione della tecnologia, operando nel pieno rispetto delle normative – conclude – e mettendo il cliente al centro della sua strategia, attraverso soluzioni, servizi ed esperienze di qualità”.

Ultime notizie