giovedì, 9 Febbraio 2023

“Nonna ho bisogno di soldi”, 90enne consegna quasi 6mila euro e gioielli; capisce che è una truffa e li fa arrestare

L'anziana ha denunciato i due, entrambi con precedenti, grazie a un episodio simile nel quale era caduta in passato. Si sono presentati davanti alla porta dell'anziana vestiti da operatori delle poste, la 92enne gli ha consegnato oltre 5mila euro in contanti, vari monili in oro e carte di credito.

Da non perdere

L’odioso fenomeno delle truffe agli anziani non conosce tregua, per fortuna l’attività di prevenzione portata avanti dalle Forze dell’Ordine sta portando, seppur lentamente, buoni risultati. A volte, però, anche l’esperienza aiuta. Ne sa qualcosa una 92enne di Civitavecchia che non è cascata nella truffa architettata a suo danno da due partenopei di 40 e 27 anni. L’anziana ha denunciato i due, entrambi con precedenti, grazie a un episodio simile nel quale era caduta in passato. La tecnica di base è quella ormai nota: essere contattati da qualcuno che di spaccia per un fantomatico nipote, chiedendo ingenti somme di denaro.

La dinamica del furto

I due indiziati sono accusati di aver telefonato alla vittima e di essersi spacciati per un nipote che denunciava alla nonna di aver bisogno di un’ingente somma per sostenere spese non precisate. Qualche ora dopo si sono presentati davanti alla porta dell’anziana vestiti da operatori delle poste, la 92enne gli ha consegnato oltre 5mila euro in contanti, vari monili in oro e carte di credito. Pensando di averla fatta franca, i due si sono dileguati, ma non hanno considerato la spigliatezza della signora che, accortasi della truffa ha chiamato il 112. Gli agenti della Squadra Mobile hanno rapidamente rintracciato l’auto utilizzata per la fuga e una volta trovata la refurtiva di 5.750 euro, gioielli d’oro e due carte di debito intestate ad una 92enne di Civitavecchia, hanno proceduto all’arresto dei 2 indiziati.

Ultime notizie