mercoledì, 7 Dicembre 2022

Cadavere nella stazione ferroviaria del Materano, disposta autopsia sul 50enne straniero: il corpo in stato di decomposizione

L’uomo viveva da tanti anni in Italia ed era considerato dai residenti una brava persona. Sarà l’autopsia a stabilire le cause del decesso che, per ora, sembrerebbero naturali. Il 50enne avrebbe trovato rifugio nel gabbiotto della stazione dopo aver perso il lavoro in un’azienda agricola del posto.

Da non perdere

Emergono aggiornamenti sulla vicenda dell’uomo ritrovato cadavere verso le 15 di ieri pomeriggio, 3 novembre, in un gabbiotto della stazione ferroviaria Scanzano Jonico-Montalbano Jonico, in provincia di Matera. Immediato l’intervento della Polizia assieme agli agenti del Commissariato di Policoro. Il corpo, in avanzato stato di decomposizione, apparterrebbe a un 50enne di origini romene. Il decesso risalirebbe a qualche giorno fa. La salma è stata trasferita dall’obitorio del cimitero all’ospedale di Policoro.

A quanto pare il 50enne avrebbe trovato rifugio nel gabbiotto della stazione, dopo aver perso il lavoro in un’azienda agricola del posto. L’uomo viveva da tanti anni in Italia ed era considerato dai residenti una brava persona. Al momento le indagini sono affidate alla Polizia sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Matera. Sarà l’autopsia a stabilire le cause del decesso che, per ora, sembrerebbero naturali.

Ultime notizie