giovedì, 8 Dicembre 2022

Minacciata e maltrattata anche dopo la separazione, scatta la denuncia: ex compagno “se la cava” con divieto di avvicinamento

Il personale d'indagine del Settore Anticrimine, in collaborazione con la Procura della Repubblica, ha segnalato poi vessazioni a carico di una donna, che avrebbe in seguito denunciato presunti atti persecutori dopo la loro separazione. La misura cautelare personale del divieto di avvicinamento alla persona offesa, è stata applicata nei confronti di un 40enne.

Da non perdere

La scorsa settimana, la Polizia di Sora ha eseguito una misura cautelare personale del divieto di avvicinamento alla persona offesa. La misura, emessa dal gip del Tribunale di Cassino, è stata applicata nei confronti di un 40enne del posto. La decisione di imporre il divieto di avvicinamento è scaturita da una attività di indagine, svolta dal personale del Settore Anticrimine con il coordinamento della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cassino. Al termine degli accertamenti, gli agenti hanno rilevato evidenti situazioni di maltrattamenti in famiglia a carico di una donna. Atteggiamenti che si sono trasformati in atti persecutori dopo la separazione della coppia. Per evitare il proseguo dell’azione molesta e persecutoria, che ha coinvolto anche il figlio della ex coppia, il gip ha deciso di emettere la misura cautelare che comporta il divieto di avvicinamento alla persona offesa e quello di non comunicare in alcun modo con la stessa e con i relativi familiari.

Ultime notizie