giovedì, 9 Febbraio 2023

Guerra in Ucraina, forti esplosioni a Nikopol Kharkiv e Nikolaiv. Onu respinge indagine russa sui laboratori Usa

Nella notte diverse esplosioni hanno scosso la città ucraina di Nikopol. Altri boati si sono registrati a Kharkiv e Nikolaiv. L'esercito ucraino ha effettuato circa 150 missioni di fuoco e un attacco aereo contro le posizioni russe nel sud dell'Ucraina, distruggendo quattro depositi di munizioni nemiche.

Da non perdere

“Oggi abbiamo ottenuto un risultato diplomatico significativo per il nostro Paese e per il mondo intero. L’iniziativa per l’esportazione di grano continuerà a funzionare. Il ricatto russo non ha portato a nulla”. Così il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, parla della ripresa dell’export del grano, dopo che Mosca aveva annunciato la sospensione dell’accordo. Una ripresa resa possibile grazie alla mediazione della Turchia e dell’ONU. “Resteranno lì molto a lungo”, ha risposto invece Joe Biden alla domanda di un giornalista che, a margine di un evento ospitato dalla Casa Bianca, gli aveva chiesto per quanto tempo i soldati americani inviati in Polonia e in altri Paesi orientali della NATO vi sarebbero rimasti.

L’ONU respinge la proposta d’indagine russa sui presunti laboratori americani in Ucraina

Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, intanto, ha respinto la proposta della Russia di istituire una commissione per indagare sui presunti laboratori per la produzione di armi biologiche in territorio ucraino. A favore ha votato solo la Cina, oltre alla Russia. Regno Unito, Stati Uniti e Francia hanno votato contro. Mentre gli altri nove Paesi si sono astenuti. Dall’inizio della guerra, il governo russo ha ripetutamente denunciato l’esistenza di laboratori statunitensi in territorio ucraino, per lo sviluppo di agenti potenzialmente utili come armi biologiche. Gli USA, d’altro canto, hanno definito false queste accuse, denunciando la disinformazione russa.

Numerose esplosioni a Nikopol, Kharkiv e Nikolaiv

Nella notte, diverse esplosioni hanno scosso la città ucraina di Nikopol. Altri boati si sono registrati a Kharkiv e Nikolaiv. L’esercito ucraino, nel frattempo, ha effettuato circa 150 missioni di fuoco e un attacco aereo contro le posizioni russe nel sud dell’Ucraina, distruggendo quattro depositi di munizioni russe e carri armati che trasportavano carburante, ha dichiarato il Comando Meridionale dell’Ucraina. Il Comando ha anche riferito che la Russia ha ora sette navi nel Mar Nero, tra cui una da guerra e una portamissili di superficie con otto missili da crociera Kalibr a bordo.

Ultime notizie