mercoledì, 7 Dicembre 2022

Giustizia, sanità e rave party: firmato il primo decreto del Governo Meloni. Nominati sottosegretari e viceministri

Il Cdm ha approvato un decreto legge unico che prevede la proroga dell'uso di mascherine negli ospedali e nelle Rsa, mentre sancisce la fine dell'obbligo vaccinale anti Covid per medici e personale sanitario. Approvate anche le misure contro rave party e l'ergastolo ostativo, considerato strumento valido per combattere la criminalità organizzata.

Da non perdere

Nella giornata di oggi, 31 ottobre 2022, si è riunito il Consiglio dei ministri a Palazzo Chigi, cominciato alle ore 13:30 e terminato dopo circa un’ora e mezza. Tra i punti all’ordine del giorno alcune misure urgenti in ambito giuridico, pandemico e per la prevenzione e il contrasto dei raduni illegali, una stretta alimentata da quanto accaduto al rave party di Halloween a Modena. Il Cdm ha approvato il primo decreto legge unico firmato dal Governo Meloni che prevede la proroga dell’uso di mascherine negli ospedali e nelle Rsa, mediante una nuova ordinanza firmata dal ministro della Salute Orazio Schillaci, mentre sancisce la fine dell’obbligo vaccinale anti Covid per medici e personale sanitario.

Approvato ergastolo ostativo

Approvate anche le norme che metteranno i bastoni fra le ruote ai rave party, e l’ergastolo ostativo, considerato strumento valido per il contrasto alla criminalità organizzata. Quest’ultimo prevede che “il detenuto non benefici di determinati permessi, come quelli premio o la semilibertà, a meno che non collabori con la giustizia”. Si tratta di carcerati che stanno scontando pene per delitti di mafia e terrorismo, ma anche per eversione dell’ordine democratico attraverso atti di violenza, reati di pedopornografia, prostituzione minorile, tratte di persone, riduzione o mantenimento in schiavitù, violenza sessuale di gruppo, sequestro di persona a scopo di estorsione. Tra gli altri punti passati c’è anche il rinvio al 30 dicembre dell’attuazione della riforma Cartabia.

Reclusione e pene per chi organizza raduni illegali

Per quanto riguarda i raduni illegali di massa sarà prevista “la reclusione da 3 a 6 anni, multe da mille a 10mila euro e si procederà d’ufficio se il fatto è commesso da più di 50 persone allo scopo di organizzare un raduno dal quale possa derivare un pericolo per l’ordine pubblico o la pubblica incolumità o la salute pubblica”. Così si legge nel testo del decreto legislativo. Nel caso in cui vi sia poi una condanna, sarà “sempre ordinata la confisca delle cose che servirono o furono destinate a commettere il reato e di quelle utilizzate per realizzare le finalità dell’occupazione”.

Lista dei sottosegretari e viceministri

Il Consiglio dei ministri ha inoltre approvato la lista dei sottosegretari e dei viceministri. Marcello Gemmato è stato nominato nuovo sottosegretario alla Salute, mentre Vittorio Sgarbi alla Cultura. Tra i sottosegretari non compare più il nome di Giuseppe Mangiavalori, e al suo posto ci sarebbe Maria Tripodi, sempre in quota Forza Italia. Tra gli altri nomi del partito della Meloni ci sono Sandra Savino, ex deputata non rieletta friulana, e Matilde Siracusano, anche lei rieletta nell’ultima tornata elettorale. I viceministri e i sottosegretari saranno chiamati a giurare mercoledì 2 novembre.

Ecco i 31 sottosegretari nominati:

Giorgio Silli e Maria Tripodi per il ministero degli Esteri; Emanuele Prisco, Wanda Ferro e Nicola Molteni per il ministero degli Interni; Andrea Delmastro Delle Vedove, Andrea Ostellari per il ministero della Giustizia; Isabella Rauti e Matteo Perego per il ministero della Difesa; Lucia Albano, Federico Freni e Sandra Savino per il ministero dell’Economia; Fausta Bergamotto e Massimo Bitonci per il MISE; Claudio Barbaro per il ministero dell’Ambiente; Patrizio La Pietra e Luigi D’Eramo per il ministero dell’Agricoltura; Tullio Ferrante per il ministero delle Infrastrutture e i Trasporti; Claudio Durigon per il ministero del Lavoro; Paola Frassinetti per il ministero dell’Istruzione; Augusta Montaruli per il ministero dell’Università e della Ricerca; Gianmarco Mazzi, Lucia Borgonzoni e Vittorio Sgarbi per il ministero della Cultura; Marcello Gemmato per il ministero della Salute; Giuseppina Castiello e Matilde Siracusano per il ministero Rapporti con il Parlamento; Alessio Butti, Giovanbattista Fazzolari, Alberto Barachini e Alessandro Morelli come sottosegretari alla Presidenza del Consiglio.

Ecco gli 8 viceministri che riceveranno la delega nei prossimi giorni. Edmondo Cirielli di Fratelli d’Italia per il ministero degli Esteri; Francesco Paolo Sisto di Forza Italia per il ministero della Giustizia; Maurizio Leo di Fratelli d’Italia per il MEF; Valentino Valentini di Forza Italia per il MISE; Vannia Gava della Lega per il ministero dell’Ambiente; Galeazzo Bignami di Fratelli d’Italia ed Edoardo Rixi della Lega per il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti; Maria Teresa Bellucci di Fratelli d’Italia per il ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Ultime notizie