giovedì, 25 Luglio 2024

Champions League, il Benfica elimina la Juve. Il Milan dilaga a Zagabria

La 5a giornata di Champions League sorride al Milan ma non alla Juve: i rossoneri battono la Dinamo e conquistano il secondo posto nel Gruppo E, la Juve perde contro il Benfica e dice addio alla Champions.

Da non perdere

La 5a giornata dei gironi di Champions League sorride al Milan ma non alla Juve: i rossoneri, dopo la sconfitta del Salisburgo con il Chelsea, vincono a Zagabria e conquistano il secondo posto nel girone. La Juventus, invece, cade al da Luz di Lisbona contro il Benfica e dice addio alla Champions con una giornata d’anticipo. Vince anche il Psg, segnando ben 7 gol al Maccabi, pareggio tra City e Dortmund. Vittoria per il Siviglia contro il Copenaghen, cade il Real in casa del Lipsia. Pareggiano Celtic e Shaktar.

Gruppo E

Nel Gruppo E vincono Milan e Chelsea contro Dinamo Zagabria e Salisburgo. I Blues battono gli austriaci 1-2 e restano in cima al girone con 10 punti. Segue il Milan, al secondo posto con 7 punti, Salisburgo a 6 e Dinamo a 4.

Il Chelsea vince in trasferta e si qualifica agli ottavi di Champions. Partita sbloccata dai Blues al 38′ con sinistro sotto l’incrocio di Kovacic; pareggiano i padroni di casa ad inizio ripresa, con la rete di Adamu, servito da un lancio di Wöber. Il gol vittoria lo segna Kai Havertz al minuto 64′: il tedesco controlla al limite dell’area e scarica un mancino imprendibile per Köhn, che bacia la traversa e si insacca in rete.

Il Milan dilaga a Zagabria, vincendo 0-4 e conquistando il secondo posto nel girone. Apre le marcature Gabbia al 39′: il centrale rossonero batte Livakovic sulla punizione calciata in area da Tonali. Il raddoppio porta la firma di Leao al minuto 49′: l’esterno portoghese taglia tutto il campo e davanti all’estremo difensore non sbaglia. 3-0 che arriva dagli 11 metri, dopo il fallo di Ljubicic su Tonali, con il penalty trasformato da Giroud. Il quarto è gol è un’autorete dello stesso Ljubicic che spinge in porta un cross sbilenco di Leao.

Gruppo F

Nel Gruppo F perde il Real Madrid in casa del Lipsia per 3-2, mentre pareggiano 1-1 Shaktar e Celtic. La classifica vede i Blancos al primo posto con 10 punti, seguiti dal Lipsia a 9. Chiudono Shaktar a 6 e Celtic a 2.

Nella gara della Red Bull Arena, i padroni di casa passano subito in vantaggio di due gol: al 13′, su calcio d’angolo di Szoboslzai, Gvardiol è il più rapido sulla ribattuta di Courtois e spinge in rete per l’1-0. Il raddoppio al 18′ è firmato da Nkunku, con il trequartista francese che, dopo il rimpallo di Tchouameni, batte Courtois con il sinistro, mettendo la palla sotto la traversa. Il Real accorcia le distanze al 44′ con Vinicius Jr.: Asensio pesca il brasiliano a centro area e il n.20 di testa non sbaglia e 2-1. Nella ripresa, il Lipsia trova il terzo gol con Werner all’81’: Simakan mette al centro e l’attaccante tedesca, a porta vuota, non sbaglia. Il Real segna la rete del 3-2 al 94′ su calcio di rigore, trasformato da Rodrygo.

La sfida tra Celtic e Shaktar termina 1-1. I padroni di casa passano in vantaggio al 34′ con la rete di Giakoumakis, che ribadisce nell’angolino una palla vagante in area di rigore. Il pareggio degli ospiti arriva al 58′: Mudryk, dal limite dell’area, batte Hart con un destro sotto la traversa.

Gruppo G

Nel Gruppo G pareggio a reti bianche tra Dortmund e City con gli ospiti che falliscono un calcio di rigore al 58′. Vince 3-0 il Siviglia contro il Copenaghen e sale al terzo posto con 5 punti. Secondo il Bvb a quota 8, primo il City a 11.

Il Siviglia sblocca il match 61′ con En-Nesyri, imbeccato in area dal Papu Gomez. Il raddoppio lo sigla Isco con un destro piazzato sotto l’incrocio all’88’. Chiude la gara Montiel al 92′, battendo in area, sul primo palo, l’estremo difensore avversario.

Gruppo H

Nel Gruppo H, staccano il pass per gli ottavi sia Psg che Benfica. I parigini vincono 7-2 contro il Maccabi, i portoghesi battono 4-3 la Juventus.

Il Psg segna 4 reti solo nella prima frazione, mandando in gol il tridente delle magie: doppietta di Messi, poi Mbappé e Neymar. Nella ripresa chiudono i conti l’autogol di Goldberg, la seconda firma al match di Mbappé e la rete di Soler. Per il Maccabi, doppietta del centrale difensivo Seck.

Il Benfica vince ed elimina la Juventus. La partita si sblocca al 17′, quando Antonio Silva anticpa Gatti su un cross in area e batte Szczesny. Pareggio bianconero con Kean al 21′, che spinge in rete il tiro di Vlahovic, deviato da Vlachodimos. Pochi minuti dopo, al 28′, il Benfica torna avanti con il rigore calciato da Joao Mario, e trova il 3-1 con il colpo di tacco di Rafa Silva, su assist dello stesso Joao Mario. Nella ripresa, doppietta per Rafa Silva che, imbeccato in area da Grimaldo, supera Szczesny con un leggero tocco sotto. La Juve spaventa i padroni di casa in due minuti, tra il 77′ e il 79′ con due sgasate del giovane Iling-Jr.: prima con un cross preciso pesca Milik che gira in rete, poi trova Soulé che sbaglia, ma sulla ribattuta insacca McKennie.

Ultime notizie