domenica, 27 Novembre 2022

Guerra in Ucraina, pioggia di missili su Zaporizhzhia. Trovati 2 corpi civili torturati e ammanettati insieme

A causa di un attacco notturno sono stati danneggiati alcuni gasdotti a Kharkiv. Pioggia di missili su Zaporizhzhia, registrate 2 vittime, i soccorritori sono al lavoro per salvare civili sotto le macerie. In una fossa profonda 4 metri, trovati 2 uomini con mani legate e ferite di arma da fuoco. Usa incolpano Kiev per morte Darya Dugina.

Da non perdere

Fuoco e fiamme per l’Ucraina durante la notte appena trascorsa. Diverse zone sono state colpite, registrando crolli di infrastrutture ma anche vittime civili. A Kharkiv, a causa di un attacco notturno che ha generato un’esplosione, sono stati danneggiati dei gasdotti locali. Gli specialisti di Kharkivgaz hanno iniziato l’ispezione dei primi 100 metri, si è reso necessario disinnescare 104 mine. Sono attualmente al lavoro per riparare la tubatura danneggiata.

Attacco con droni nelle regioni di Odessa e Mykolaiv

Le unità di difesa aerea ucraine hanno abbattuto 6 droni kamikaze russi, su un totale di 12, che avevano come obiettivo le regioni di Odessa e Mykolaiv. L’ha reso noto il Comando operativo meridionale di Kiev sottolineando che “il nemico ha intensificato la ricognizione aerea“.

Missili su Zaporizhzhia

Pioggia di missili durante le prime ore di questa mattina su Zaporizhzhia. Gli obiettivi dei russi erano alcune infrastrutture ma sono stati colpiti edifici residenziali, registrando al momento 2 vittime, tra queste una donna, ma il bilancio è in aggiornamento. I soccorritori stanno lavorando per trarre in salvo altre 5 persone intrappolate sotto le macerie; molte persone sono state già soccorse, tra queste c’è anche una bambina di 3 anni. Il governatore della regione, Oleksandr Starukh, ha spiegato che “l’occupante ha attaccato il centro regionale con dei missili che poi hanno provocato diversi incendi”. Secondo le informazioni ucraine, i missili che hanno colpito la città stamattina sono 16.

Kiev: “Trovati 2 corpi civili torturati e ammanettati insieme”

Sono stati trovati i corpi di due uomini torturati, di età compresa tra i 30 e i 35 anni, in un villaggio di Novoplatonivka, nella regione orientale di Kharkiv, liberato nei giorni scorsi dalle forze di Kiev. La polizia ucraina che li ha rinvenuti, li ha trovati con le mani legate insieme con delle manette, riportavano ferite di arma da fuoco alla testa ed erano vestiti in abiti civili. I cadaveri sono stati scoperti in una cava di sabbia a 4 metri di profondità. Secondo la polizia, nel villaggio erano di stanza 250-350 uomini delle forze speciali russe. La loro rotazione avveniva periodicamente. Sono state raccolte le prove e saranno avviate le indagini.

Fossa in cui sono stati trovati i cadaveri

Usa: “C’è l’Ucraina dietro l’uccisione di Darya Dugina”

Si torna a parlare dell’attentato del 20 agosto scorso in cui ha perso la vita Darya Dugina, figlia del filosofo nazionalista Alexander Dugin. Alcune agenzie di intelligence degli Stati Uniti sono convinte che alcuni settori del governo ucraino abbiano autorizzato l’attentato. La situazione si capovolge rispetto al primo sospettato iniziale, ovvero la Russia. Ha riportato la notizia il New York Times che ha precisato l’assoluta innocenza degli Usa: non hanno fornito alcuna assistenza, di intelligence o logistica. Infatti, qualora fossero stati messi a conoscenza di questo piano, si sarebbero rifiutati e opposti categoricamente. L’amministrazione Biden ha informato Kiev delle conclusioni a cui è giunta l’intelligence Usa, ma l’Ucraina ha continuato a negare qualsiasi coinvolgimento.

Al NYT, in condizione di anonimato, alcuni funzionari americani hanno incalzato il discorso affermando che si sospetta che il vero obiettivo dell’attentato fosse il padre di Darya, Alexander Dugin. Gli agenti pensavano che sarebbe stato nel veicolo con la figlia. Il giornale statunitense ha continuato scrivendo che gli Usa sono rimasti frustrati dalla mancanza di trasparenza dell’Ucraina riguardo alla vicenda perché da parte statunitense c’è sempre stato un grande sforzo di condividere le informazioni di intelligence con gli ucraini.

Ultime notizie