lunedì, 28 Novembre 2022

Miracolo a Trapani, neonato abbandonato in campagna in un sacchetto: contadino sente il pianto e gli salva la vita

Un contadino del posto ha ritrovato ancora vivo un neonato rinchiuso in un sacchetto di plastica. Lo ha tirato fuori e chiamato i Carabinieri. I medici lo hanno trovato in buone condizioni, ma hanno deciso di ricoverarlo precauzionalmente in terapia intensiva.

Da non perdere

Ieri, 4 ottobre, a Paceco, in provincia di Trapani, un contadino del posto ha ritrovato ancora vivo un neonato rinchiuso in un sacchetto di plastica. L’uomo ha sentito prima i vagiti, poi il pianto. Ha cercato di capire da dove provenisse e per diversi minuti ha perlustrato la zona. Infine l’ha visto. Era chiuso in un sacchetto di plastica. Abbandonato lungo una stradina sterrata di campagna. Lo ha tirato fuori e chiamato i Carabinieri. I militari hanno raggiunto il contadino e, insieme agli operatori del 118, hanno portato il bambino all’ospedale di Trapani.

I medici lo hanno trovato in buone condizioni, ma hanno deciso di ricoverarlo precauzionalmente in terapia intensiva. Il cordone ombelicale gli era stato tagliato. Il sacchetto, contenente anche la placenta, non era stato sigillato. Il piccolo riusciva dunque a respirare. La zona in cui è stato ritrovato, però, è isolata e popolata da numerosi animali selvaggi. Senza l’intervento del contadino non sarebbe di certo sopravvissuto. I Carabinieri hanno aperto un’indagine per scoprire l’identità della madre. I medici dell’ospedale, invece, hanno deciso di chiamare il neonato Francesco Alberto. Francesco perché è stato trovato il giorno del santo di Assisi. Alberto come il militare che per primo lo ha recuperato.

Un episodio analogo era avvenuto lo scorso 30 agosto davanti l’ospedale San Gerardo di Monza, dove una bambina appena nata era stata ritrovata da un’infermiera davanti la porta della struttura. Non c’era stato nulla da fare, invece, per la neonata trovata morta in casa a Milano dopo essere stata abbandonata per sei giorni da sua madre. La vicenda è tutt’ora aperta, la donna si trova in carcere.

Ultime notizie