lunedì, 28 Novembre 2022

Guerra in Ucraina, Gazprom: “Riprese forniture a Italia”. Camera delle torture a Pisky-Radkivski: in una scatola protesi e denti d’oro

"Una mini Auschwitz", Ministero della Difesa ucraino conferma la notizia di una camera delle torture a Pisky-Radkivski. Diversi attaccati durante la notte su Mykolaiv e Kharkiv. Putin firma le leggi che annettono le 4 regioni ucraine; ad oggi non possiede nessuna area completamente. Gazprom: "Abbiamo ripreso il trasporto del gas russo attraverso il territorio dell'Austria".

Da non perdere

Durante la notte appena trascorsa diverse zone dell’Ucraina sono state colpite. Igor Terekhov, sindaco di Kharkiv, ha riferito che i quartieri Kholodnohirskyi e Novobavarskyi della città sono entrati nel mirino dei russi e sono stati colpiti da una pioggia di missili. Secondo il primo cittadino non dovrebbero esserci vittime, soltanto gravi danni a infrastrutture ed edifici.

Kiev: “Mykolaiv sotto attacco, nessuna vittima”

Berezneguvat, nell’oblast di Mykolaiv, è stata colpita da missili S-300 russi. L’ha riferito il comando operativo “Sud” dell’esercito ucraino, precisando che non ci sono vittime. In seguito, un altro attacco ha raggiunto Ochakiv, nella medesima regione.

Camera delle torture a Pisky-Radkivski, foto scioccanti

Nella regione di Khrarkiv, il Ministero della Difesa ucraino ha confermato la presenza di una camera delle torture dopo aver visto alcune foto che mostrerebbero il trattamento disumano a cui i residenti locali sarebbero stati sottoposti dalle truppe russe. “Una mini Auschwitz. Quante altre se ne troveranno nell’Ucraina occupata?“, questo si è chiesto il Ministero. La camera era localizzata lontano dalle abitazioni dei residenti, il posto era isolato. La stanza era sotto terra e si accedeva tramite una porta, al momento sgangherata. Polvere, macerie, pareti a pezzi e ritrovamenti scioccanti hanno accolto le forze armate ucraine. È stato trovato un box contenente protesi di vario tipo e denti d’oro; il rimando, alla vista di questa scatola, è chiaro: Buchenwald, in Germania, campo di concentramento liberato dagli Usa dove sono state rinvenute scatole simili. Inoltre, è stata trovata anche una maschera antigas. Il villaggio al momento è sotto l’occupazione dell’esercito ucraino.

Putin firma le leggi che annettono le 4 regioni ucraine

Il Presidente russo ha firmato le quattro leggi che ratificano l’annessione alla Federazione Russa delle regioni ucraine occupate di Dontesk, Lugansk, Zaporizhzhia e Kherson. L’ha riportato la Tass. Il testo di legge recita: “I confini dei nuovi soggetti della Federazione, come risulta dai trattati, saranno determinati dai confini che esistevano il giorno della loro formazione e accettazione nella Federazione Russa”. Fino a quando le nuove regioni non avranno un capo, saranno guidate temporaneamente da funzionari russi ad interim nominati da Putin. C’è da precisare che ad oggi le forze russe non hanno il pieno controllo di nessuna delle 4 aree.

Francia: “No a visto automatico ai russi che fuggono dalla mobilitazione”

La mobilitazione forzata annunciata da Putin per aumentare l’invio di soldati in Ucraina ha portato tanti uomini a fuggire in altre Nazioni. La Francia ha annunciato che non concederà automaticamente il visto ai russi che fuggono dalla mobilitazione, l’ha detto Laurence Boone, la ministra sottosegretaria francese incaricata dell’Europa.

Gazprom: “Riprese forniture verso Italia attraverso Austria”

In una nota del colosso energetico russo Gazprom si legge: “Abbiamo ripreso il trasporto del gas russo attraverso il territorio dell’Austria“. Ha poi continuato affermando di “aver trovato una soluzione con gli acquirenti italiani”. Eni conferma: “Ripresi i flussi”.

Ultime notizie