domenica, 27 Novembre 2022

Champions, Inter vince tra le polemiche. Napoli dilaga ad Amsterdam: 1-6 all’Ajax

L'Inter vince tra le polemiche, battendo 1-0 il Barcellona. Il Napoli dilaga ad Amsterdam: finisce 1-6 per i partenopei. Questa sera, alle 21.00, il Milan sfida il Chelsea a Stamford Bridge, la Juventus ospita il Maccabi Haifa.

Da non perdere

Martedì di Champions che sorride alle italiane in campo: vincono sia Inter che Napoli. Nel girone dei nerazzurri vince anche il Bayern Monaco, mentre il Liverpool batte i Rangers e tallona la squadra di Spalletti in classifica. Pareggio a reti bianche per il Tottenham di Conte, sconfitta pesante per l’Atletico Madrid di Simeone. Vincono anche Porto e Marsiglia.

Girone A

Nel Girone A vincono Napoli e Liverpool. I partenopei guidano la classifica a punteggio pieno con 9 punti e solo due gol subiti. Seguono i Reds di Kloop a 6, 3 punti per l’Ajax e 0 per i Rangers. Il Liverpool batte gli scozzesi allenati da Van Bronckhorst con un gol per tempo. All’8′, Alexander-Arnold trova la rete del vantaggio con una punizione magistrale; raddoppio che arriva al 53′ su calcio di rigore, conquistato da Luis Diaz e realizzato da Salah.

Il Napoli strapazza l’Ajax alla Johan Cruijff Arena, vincendo per 1-6. I padroni di casa passano in vantaggio al 9′ con la rete di Kudus. Il pareggio degli uomini di Spalletti arriva al 18′ con la rete di Raspadori; da qui, dominio assoluto per i partenopei. Capitan Di Lorenzo sigla la rete del vantaggio al 33′, incornando un cross dalla destra. Primo tempo che si chiude sul 1-3 con la rete di Zielinski al 45′. La ripresa si apre con il gol di Raspadori, seguito dalle marcature di Kvaratskhelia e Simeone. Ajax in 10 per l’espulsione di Tadic al 73′.

Gruppo B

Nel Gruppo B, a sorpresa, il Club Brugge è al comando con 9 punti e 0 gol subiti. Seguono Porto, Leverkusen e Atletico Madrid ferme a soli 3 punti. Il Club Brugge continua a vincere, e lo fa battendo per 2-0 l’Atletico Madrid di Simeone. A decidere il match sono le reti di Sowah al 36′ e di Juntgla al 62′. Per gli uomini del Cholo, da segnalare un calcio di rigore sbagliato da Griezmann.

Finisce 2-0 anche la sfida tra Porto e Leverkusen. I padroni di casa passano in vantaggio nel primo tempo grazie a Taremi, ma l’arbitro, richiamato al Var, annulla e addirittura assegna calcio di rigore per gli ospiti: sul dischetto ci va l’ex Roma, Patrick Schick, che sbaglia. Nel secondo tempo, i portoghesi trovano la rete del vantaggio al 69′ con un colpo di testa di Sanusi, e chiudono il match al 86′ con Galeno. Tra le file del Bayer Leverkusen, espulsione al 88′ per Frimpong.

Gruppo C

Nel Gruppo C vince ancora il Bayern Monaco che strapazza 5-0 il Viktoria Plzen. Nell’altra gara del girone, vittoria di misura tra mille polemiche per l’Inter di Simone Inzaghi che batte 1-0 il Barcellona. I bavaresi conducono la classifica a punteggio pieno, 9 punti, seguiti dall’Inter a 6, Barcellona a 3 e Plzen a 0. Il Bayern di Nagelsmann è un rullo compressore e chiude la pratica Viktoria Plzen già nel primo tempo: in 21 minuti, Sané, Gnabry e Mané portano la partita sul 3-0. Nella ripresa ancora Sané al 50′ e Choupo-Moting al 59′ chiudono il match per il definitivo 5-0.

L’Inter batte il Barcellona di misura tra mille polemiche legate al Var, protagonista assoluto del match. Nella prima frazione di gioco, i nerazzurri reclamano un calcio di rigore per fallo di mano di Eric Garcia: l’arbitro Vincic viene richiamato al Var e fischia fuorigioco a Lautaro Martinez. Allo scadere della prima frazione di gioco arriva il gol vittoria di Hakan Calhanoglu: rasoiata dal limite che si insacca a fil di palo, non può nulla Ter Stegen. Nella ripresa, il Barcellona prima colpisce un palo con Dembelé, poi trova la rete del pareggio con Pedri. Vincic, però, viene ancora richiamato al monitor e annulla per fallo di mano di Ansu Fati. Nei minuti di recupero, l’episodio incriminato: su cross dalla destra, Dumfries toglie la disponibilità della palla ad Ansu Fati, ma lo fa colpendola con la mano. L’arbitro, inizialmente, non vede e fa proseguire; dopo un check con gli assistenti Var, si decide che non è calcio di rigore tra le proteste dei blaugrana.

Gruppo D

Nel Gruppo D, vittoria schiacciante del Marsiglia per 4-1 sullo Sporting Lisbona. Pareggio senza gol per il Tottenham di Conte nella sfida contro l’Eintracht Francoforte. I portoghesi guidano il girone a 6 punti, seguiti da Tottenham ed Eintracht a 4, chiude il Marsiglia a 3.

Il 4-1 rifilato dal Marsiglia allo Sporting ha come protagonista il portiere della squadra portoghese, Adán. Gli ospiti passano in vantaggio al 1′, grazie ad una giocata personale dell’ex Barcellona, Trincao. Al 13′, primo errore della gara per Adán: il portiere spagnolo sbaglia il rinvio sulla pressione di Sanchez, colpendo proprio il cileno che fortuitamente sigla la rete del pari. Minuto 16′ ed ecco il gol del 2-1: cross dalla destra, brutta uscita di Adán che calcola male la traiettoria e Harit di testa non sbaglia. Al 23′, il portiere dello Sporting conclude la sua serataccia: colpisce la palla con le mani fuori area e viene espulso. Sugli sviluppi del calcio di punizione, il Marsiglia conquista un angolo: batte Harit e insacca Balerdi per il 3-1. Il gol del definitivo 4-1 lo sigla Mbemba all’84’.

Il Tottenham di Conte, invece, non va oltre lo 0-0 in casa dell’Eintracht Francoforte in una partita priva di emozioni. Le uniche occasioni da segnalare sono quelle di Kane per gli inglesi e Knauff per i tedeschi. Al 24′, Son scambia con Richarlison e mette forte al centro per Kane: l’attaccante inglese non riesce a spingere in rete per un soffio. Al 49′, Sow vede l’inserimento di Knauff e lo pesca con una palla morbida, il numero 36 dell’Eintracht gira in sforbiciata ma il suo tiro è troppo debole per sorprendere Lloris.

Ultime notizie