lunedì, 28 Novembre 2022

Genova, adesca minore su Instagram e la induce a compiere video pedopornografici: condannato a 7 anni e mezzo

L'uomo è stato rintracciato grazie alla segnalazione fatta da un'applicazione di messaggistica istantanea alla Polizia postale. Il 50enne ha adescato la minorenne e l'ha indotta ad atti sessuali al fine di produrre foto e video da divulgare sui social.

Da non perdere

Un uomo di 50 anni è stato condannato a 7 anni e mezzo di reclusione per reati sessuali via web ai danni di minori. È quanto accaduto a Genova. La sentenza di condanna in primo grado è stata emessa, oggi 28 settembre, dal Tribunale di Genova con rito abbreviato.

La vicenda

Tutto è iniziato dalla segnalazione fatta da un’applicazione di messaggistica istantanea alla Polizia postale di Genova. Il 50enne ha adescato una 15enne e approfittando delle condizioni di inferiorità fisica e psichica l’ha indotta a compiere atti sessuali, anche con sex toys forniti da lui, al fine di produrre foto e video di natura pedopornografica. Dalla segnalazione arrivata tramite l’app, i poliziotti sono riusciti a individuare il responsabile e a procedere con la perquisizione informatica a carico dell’uomo.

Instagram

L’analisi degli apparati informatici ha consentito di ritrovare svariati files pedopornografici e di accertare come l’uomo avesse divulgato una ingente quantità di materiale illecito attraverso diverse piattaforme social. Inoltre si è scoperto che il 50enne è riuscito a rintracciare la vittima tramite il social “Instagram” e che aveva messo in atto tutte le tecniche tipiche del predatore sessuale, offrendosi come confidente, proponendosi come consigliere, facendole innumerevoli complimenti, cercando però allo stesso tempo di isolarla dal suo cerchio sociale al fine di assoggettarne la volontà e assicurarsi il suo silenzio, insistendo a più riprese affinché la minorenne cancellasse le loro chat.

Ultime notizie