giovedì, 29 Settembre 2022

Politiche 2022, le parole di von der Leyen scuotono i leader italiani. Salvini: “Domenica non votano i banchieri e i burocrati di Bruxelles”

Ieri, 22 settembre, Ursula von der Leyen ha tenuto un incontro all'Università di Princeton, New Jersey. Tra le domande che le sono state fatte, ce n'era anche una in merito alle elezioni italiane. Le parole della presidente di Commissione Europea hanno fatto discutere e provocato la reazione di alcuni leader.

Da non perdere

Il countdown politico in vista delle elezioni di questa domenica, 25 settembre, scorre veloce. In tutta Italia si assiste agli ultimi comizi e proclami da parte dei candidati, ma sono tanti i Paesi europei e non che guardano con estremo interesse la situazione italiana. “Vedremo il risultato del voto in Italia, ci sono state anche le elezioni in Svezia. Se le cose andranno in una direzione difficile, abbiamo degli strumenti, come nel caso di Polonia e Ungheria“. A monitorare la situazione è la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen che ieri ha risposto a una domanda all’Università di Princeton, New Jersey, sul possibile risultato delle elezioni in Italia, dato che, è stato fatto notare, tra i candidati vi sono figure vicine a Putin. Ursula von der Leyen ha sottolineato anche che “la democrazia ha bisogno di ognuno di noi, è un lavoro costante, non è mai al sicuro“.

Von der Leyen: “Il futuro di un Paese dipende anche dagli altri 26 stati membri”

Sul possibile risultato elettorale in Italia la presidente della Commissione europea ha aggiunto: “Il mio approccio è che noi lavoriamo con qualunque governo democratico che è disposto a lavorare con noi. È interessante vedere la dinamica dei lavori del Consiglio Europeo, non c’è solo un Paese che arriva è dice ‘voglio, voglio, voglio’, ma all’improvviso sei nel Consiglio e realizzi che il tuo futuro, e il tuo benessere, dipende anche dagli altri 26 Stati membri. So che a volte siamo lenti e che parliamo molto, ma anche questo è il bello della democrazia. Dunque vedremo come vanno queste elezioni: anche le persone, a cui i governi devono rispondere, giocano un ruolo importante”.

Salvini replica a von der Leyen: “Domenica non votano i banchieri e i burocrati di Bruxelles”

La Ue vuole tagliare i fondi del Pnrr all’Italia? “I soldi dell’Europa sono soldi degli italiani. Negli anni abbiamo dato 100 miliardi di euro alle casse di Bruxelles. Domenica non votano i banchieri e i burocrati di Bruxelles. Votano i precari, i disabili, gli operai e i pensionati italiani. Se a Bruxelles qualcuno pensasse di tagliare i fondi che spettano all’Italia, perché la Lega vince le elezioni, allora c’è da ripensare a questa Europa, a cui chiedo protezione, non minacce vergognose. Questo è bullismo istituzionale“. Queste le parole con il quale Matteo Salvini ha replicato alle dichiarazioni di Ursula von der Leyen.

Letta: “Von der Leyen chiarirà la sua frase, ma non è un pericolosa comunista”

A prendere le difese della presidente di Commissione Europea è stato il segretario del Pd, Enrico Letta: “Sono sicuro che Von der Leyen chiarirà perché la sua frase si presta ad ambiguità, ma vorrei ricordare che lei è espressione del partito europeo di Berlusconi e Tajani, non è una pericolosa comunista“.

Ultime notizie