mercoledì, 5 Ottobre 2022

Bimba morta a Milano, medici legali chiedono più tempo: referto autoptico a fine ottobre

L’anatomopatologo e il medico assegnato agli esami tossicologici hanno chiesto altri 30 giorni per depositare le proprie relazioni sull'autopsia della piccola Diana, quindi da fine settembre la scadenza è spostata a fine ottobre.

Da non perdere

I medici legali incaricati dalla Procura che hanno effettuato a luglio l’autopsia sul corpo di Diana, la bimba morta a Milano dopo essere stata abbandonata in casa dalla madre, hanno chiesto altri 30 giorni per depositare gli esiti dell’esame e degli accertamenti tossicologici. L’anatomopatologo e il medico assegnato agli esami tossicologici, per verificare che la 37enne Alessia Pifferi avesse somministrato tranquillanti alla figlia, hanno bisogno di più tempo per completare le relazioni sul caso, quindi la scadenza è stata prorogata a fine ottobre, un mese in più rispetto alla data prevista. Intanto è fissato per il 28 settembre il conferimento da parte del Gip Fabrizio Filice dell’incarico ai periti per gli “accertamenti tecnici di natura biologica e chimico-forense” sul materiale trovato in casa, come il biberon vicino al corpo della bimba, che si svolgeranno con formula dell’incidente probatorio.

Ultime notizie