giovedì, 29 Settembre 2022

Affitta e ristruttura casa coi soldi del suo assistito: sequestrati 150mila euro all’amministratore di sostegno

Un amministratore di sostegno è indagato per aver intascato indebitamente denaro dal suo assistito. La Finanza ha eseguito un decreto di sequestro preventivo di 150mila euro. L'uomo avrebbe effettuato bonifici, prelievi e pagamenti a carico dell'assistito a sua insaputa.

Da non perdere

La Guardia di Finanza a Bologna ha eseguito questa mattina un decreto di sequestro preventivo di 150mila euro a carico di un amministratore di sostegno, sospettato di peculato aggravato. L’uomo avrebbe sfruttato le ingenti capacità economiche del suo assistito per intascare indebitamente una tale somma di denaro. Le indagini sono partite quando il Giudice Tutelare ha riscontrato l’omessa rendicontazione del patrimonio del beneficiario da parte dell’amministratore. Successivi aggiornamenti hanno permesso di evidenziare un’anomala gestione delle disponibilità dell’assistito tra il 2017 e il 2021. Il denaro è stato utilizzato per scopi personali da parte dell’amministratore. Da accertamenti bancari risultano frequenti addebiti tramite bonifici, prelevamenti e pagamenti per un totale di 70mila euro. Inoltre risulta la locazione di un immobile di proprietà dell’assistito a sua insaputa; l’indagato avrebbe incassato indebitamente i relativi canoni per un ammontare di 40mila euro, più altri 40mila euro di spese per ristrutturazioni mai avvenute.

Ultime notizie